Il fresco profumo della libertà

“Il fresco profumo della libertà”

A 27 anni dalla strage di Capaci – del 23 maggio 1992- oggi ricordata in tutta Italia e soprattutto a Palermo con cerimonie di commemorazione – questa sera apriamo il nostro telegiornale ricordando le parole pronunciate da Paolo Borsellino per commemorare l’amico e collega Giovanni Falcone ucciso a Capaci “con la moglie Francesca Morvillo, anche lei magistrato, gli agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani, e furono feriti gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l’autista giudiziario Giuseppe Costanza
Riteniamo che siano ancora un messaggio molto attuale per tutti, giovani innanzitutto, per ricordare che il nostro Paese non solo deve ancora risolvere la lotta alla mafia sul piano dell’azione investigativa, ma debba liberarsi – per raggiungere una compiuta democrazia – della mentalità mafiosa che ancora permea tanta parte della cultura nazionale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,288 seconds.