A Settembre le imprese ferraresi ad Expo con la Camera di Commercio

camera-commercio001

Camera di Commercio di Ferrara

Dal 9 al 14 settembre prossimi, le imprese ferraresi, con il supporto e il coordinamento della Camera di commercio, di Unioncamere Emilia-Romagna e di APT servizi, saranno protagoniste a Expo 2015 per animare lo spazio “Piazzetta” in dotazione alla Regione Emilia-Romagna, collocato lungo il Cardo.

“Hanno aderito 10 imprese ferraresi su un totale regionale di 33 aziende partecipanti – ha spiegato Paolo Govoni, presidente dell’Ente di Largo Castello- un’importante risposta delle imprese che testimonia la grinta e la determinazione dei nostri operatori sempre disponibili a mettersi in gioco nei palcoscenici importanti, ma anche impegnativi, per presentare al pubblico nazionale e internazionale i valori dell’eccellenza e della tradizione agroalimentare ferrarese e il legame con il territorio”.

10 Comacchio Expo

Expo Milano 2015 – Albero della Vita

Ed ecco i 10 “moschettieri” che animeranno la Piazzetta EXPO nei primi giorni di settembre: Orsatti Group con il Pampepato o Pampapato ferrarese e la copia di Pane ferrarese, Daniele Beccati con i Cappellacci di Zucca, ALBA con confetture e preparati di frutta, l’Azienda agricola Parigi Paolini con il vino biologico IGP, il Consorzio Produttori Aglio di Voghiera con l’Aglio DOP, il Consorzio Pescatori di Goro con le Vongole veraci fresche, la Dolciaria Tina con il Pampepato o Pampapato ferrarese, la GIA con i condimenti e salse in tubetto, la Fattoria degli animali “La Collinara” con il Miele del Delta del Po, TRYECO 2.0 con stampi e master per produzione cioccolato artistico.

Ogni impresa, nell’arco di una giornata, potrà presentare, in uno o più momenti di approfondimento della durata di 20-30 minuti, i propri prodotti, con il supporto di un esperto animatore, affiancato da un attore che interpreterà la figura di Pellegrino Artusi, il padre della cucina italiana, da una “Marietta” (una maestra “sfoglina”) o dal Consorzio del Formaggio del Parmigiano Reggiano.

Grazie al contributo della Camera di commercio, non vi è nessun costo di partecipazione per le imprese.

Ricordiamo che il 15 giugno all’EXPO è stato presentato l’VIII° Atlante 2015 della Fondazione Qualivita, dove risulta che i prodotti alimentari Dop e Igp made in Italy sono 273 (numero grazie al quale l’Italia riveste la leadership in Europa, dove i riconoscimenti sono 1.259) e l’Emilia Romagna è prima in Italia per fatturato con una cifra che raggiunge i 2,2 miliardi di euro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
111 queries in 1,257 seconds.