Abbattimento degli alberi a fianco dello stadio: ecologisti incatenati – VIDEO

Ecologisti incatenati agli alberi di via Cassoli a fianco dello stadio, questa mattina a partire dalle 8: ma gli abbattimenti sono andati avanti comunque in corso Piave.

Hanno difeso, con i propri corpi, gli alberi in via Cassoli. Circa venti ecologisti hanno espresso in questo modo il loro no all’abbattimento dei dodici alberi in corso Piave e dei tre in via Cassoli, un’operazione che renderà la zona della tribuna conforme alle prescrizioni dell’Osservatorio nazionale per la sicurezza e della Questura.

La promozione in Serie B della Spal infatti impone lavori di adeguamento al “Mazza” come l’installazione dei tornelli, i quali andranno al posto degli arbusti abbattuti, che saranno compensati con quarantotto nuovi alberi piantati nel resto della città.

Dissenso anche da parte dell’associazione Comitato Zona Stadio che scrive: “In relazione al potenziamento verde in altre aree, a scapito del nostro quartiere, manifestiamo forte dissenso e perplessità a fronte di una dichiarata “riqualificazione” del Giardino. Ci saremmo aspettati di vedere recuperato il giardino di P.le Giordano Bruno, con una siepe, come da noi richiesto in precedenti incontri istituzionali attorno al suo perimetro che fungerebbe da riqualificazione e mantenimento del verde dell’area stadio”.

Nota a cura del Comune di Ferrara

COSA STA SUCCEDENDO. Hanno preso il via gli interventi di abbattimento di quindici alberi ad alto fusto, programmati dall’Amministrazione comunale per consentire l’esecuzione dei lavori di adeguamento dello Stadio comunale Paolo Mazza alle normative di sicurezza previste per lo svolgimento del campionato di calcio di serie B nazionale.

Per permettere l’esecuzione degli interventi, fino a venerdì 1 luglio il tratto di corso Piave tra via Ortigara e via Fortezza sarà interdetto al transito, mentre da sabato 2 a martedì 5 luglio sarà interrotto al traffico il tratto di via Cassoli tra via Montegrappa e via Ortigara. Sarà consentito l’accesso dei residenti, compatibilmente con le operazioni di cantiere. Gli abbattimenti si sono in particolare resi necessari per consentire la realizzazione nei pressi dell’ingresso allo stadio, di un’area esterna riservata, delimitata da barriere e dispositivi di accesso a tornello, così come previsto dalle disposizioni della Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, in applicazione delle normative di sicurezza.

A compensazione degli interventi di abbattimento, il Comune di Ferrara ha programmato la messa a dimora, durante la prima stagione utile, di 48 nuovi alberi in diverse aree del territorio comunale e in particolare in: via G. Saragat (17 Platanus hybrida Vallis Clausa), corso Isonzo (19 Platanus hybrida Vallis Clausa), via M. Poledrelli (4  Celtis australis e 2 Acer campestre) e via G. Marconi (6 Celtis australis).

4 Commenti

  1. Vergogna… vergogna…. !!!
    Ferrara e la sua amministrazione è una vergogna.. tolgono le cose buone e belle e lasciano le peggiori …

  2. Questo Comune non sta facendo cose adeguate e nemmeno interessi nei confronti di cittadini che “sono come assopiti” …..
    Sindaco collaboratori consiglieri andatevene a casa…
    Questa citta’ sta subendo scelte chenon sono nostre….vogliamo politici degni e VERGOGNA!!!!
    Andate a lavorare magnacci…

  3. Questo Comune non sta facendo cose adeguate e nemmeno interessi nei confronti di cittadini che “sono come assopiti” …..
    Sindaco collaboratori consiglieri andatevene a casa…
    Questa citta’ sta subendo scelte chenon sono nostre….vogliamo politici degni e meritevoli
    VERGOGNA!!!!
    Andate a lavorare magnacci…

  4. POLITICI senza cervello senza cuore senza anima.
    Vi meritate di vivere senza alberi senza verde senza vita!
    VERGOGNATEVI!!!
    Non vi meritate le vostre funzioni. Non ci sapete rappresentare…. andatevene a casa!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,465 seconds.