La seconda vita degli alberi di Natale

Il Natale appena trascorso, secondo un’indagine di Coldiretti, ha portato nelle case degli italiani quasi 4 milioni gli alberi veri, addobbati per le festività.

Un numero in aumento rispetto agli anni precedenti anche se la maggioranza, oltre sette italiani su dieci sceglie ancora l’albero sintetico.

Che sia l’uno o che sia l’altro l’80% delle famiglie italiane, a partire da lunedì, dovranno togliere allestimenti e disfare l’albero che però è possibile recuperare.

Gli abeti veri, senza radici e che non si possono più trapiantare, possono essere trasformati in un fertilizzate da riutilizzare in agricoltura e si possono conferire nelle stazioni ecologiche. Nei comuni dove è attivo il servizio di rifiuti verdi è possibile, sottolinea Hera, chiederne anche il ritiro gratuito a domicilio chiamando il numero verde gratuito 800.999.500

Anche gli alberi sintetici quando non più utilizzabili devono essere portati alla stazione ecologica dove per altro devono essere conferite anche le luci dell’albero non più funzionanti che diventano RAEE, i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

A Ferrara sono quattro le stazioni ecologiche presenti. Portarvi la propria differenziata, ricorda Hera,è vantaggioso per i cittadini, perché è previsto uno sconto in bolletta Tari che dipende da quantità e qualità dei rifiuti conferiti. E anche la consegna di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), dà diritto a uno sconto.

Sconsigliato abbandonare abeti, sia veri che finti, oppure altri addobbi natalizi accanto i cassonetti oppure in giro per aree verdi. La maleducazione di chi lascia i rifiuti in strada è un costo per la collettività, che si può evitare utilizzato il servizio gratuito di raccolta a domicilio degli ingombranti (mobili, grandi elettrodomestici, divani, etc), chiamando il Servizio Clienti Hera. In caso di dubbi sul corretto conferimento dei rifiuti è possibile consultare il Rifiutologo, dive sono riportate informazioni dettagliate sulla gestione di ogni materiale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 1,587 seconds.