Anche quest’anno, l’ottobre a Ferrara è rosa

Ormai da 30 anni, ottobre è tradizionalmente identificato come il “Mese Rosa”, ovvero il mese in cui la “Campagna Nastro Rosa” promuove progetti ed iniziative dedicati al tumore della mammella. L’obiettivo è quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce, informandole sugli stili di vita correttamente sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare.

La “Campagna Nastro Rosa” nasce come progetto in America nel 1992 ma, nel corso del tempo, si è diffuso anche nel mondo, tanto che oggi vi aderiscono e la promuovono in oltre 70 Nazioni.

In Italia la “Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori” (LILT) sostiene da sempre la Campagna Nastro Rosa e anche ogni anno dedica il mese di ottobre alla prevenzione del cancro al seno.

Le iniziative del “Mese Rosa 2019” nella realtà ferrarese anche quest’anno sono volte a sottolineare l’importanza della prevenzione e dell’anticipazione diagnostica.

Si rafforza la partnership fra aziende sanitarie pubbliche, associazioni di volontariato, terzo settore, Comune e rappresentanze dei cittadini che, coralmente, mettono in campo le proprie risorse.

Gli eventi programmati nell’Ottobre Rosa sono ricchi e variegati e saranno l’occasione per rinforzare sempre più l’attenzione alla prevenzione del tumore mammario, per fare il punto su quanto la sanità, l’associazionismo ed il terzo settore già offrono e sulle nuove iniziative in campo.

Per tutto il mese di ottobre il Palazzo San Crispino, storico edificio situato in Piazza Trento e Trieste a Ferrara, nelle ore serali si tingerà di rosa, colore della prevenzione, grazie a un apposito sistema di illuminazione.

L’Ottobre Rosa è nato proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dei controlli regolari. Obiettivo del progetto, che finanzia la ricerca, è puntare al 100% di sopravvivenza al tumore al seno.

Sono oltre 500.000 nella nostra nazione le donne che vivono dopo aver ricevuto una diagnosi di cancro al seno e quasi 5.000 nella nostra provincia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,135 seconds.