Aria, Ferrara quinta in Regione per Legambiente

10 aria ferrara quinta

Legambiente boccia tutti i capoluoghi emilianoromagnoli, in quanto a qualità dell’aria nel corso del 2012.

Ferrara, con i suoi 77 sforamenti, si colloca a metà del guado, lontana dai 115 di Parma, seguita da Reggio Emilia, 93, Rimini, 88 e Modena 85 e davanti a Bologna, 73, Piacenza, 71, Ravenna 66 e Forlì, 52.

“I numeri – afferma l’associazione ambientalista – indicano che le misure adottate sino ad ora, per ridurre gli inquinanti atmosferici, limitandone le cause, non sono state sufficienti , né efficaci per porre rimedio alla grave situazione del Bacino padano”.

“Sono i processi industriali e di produzione di energia, oltre, nelle città, il traffico veicolare ed i riscaldamenti – puntualizza ancora Legambiente – le principali fonti di emissione di polveri fini, ossidi di azoto, dei precursori dell’ozono e di altri inquinanti come gli idrocarburi policiclici aromatici o il monossido di carbonio”. Sono quindi questi i settori sui quali occorre lavorare.

Occorre però che l’accordo sottoscritto dai capoluoghi di provincia e da tutti i comuni superiori ai 50mila abitanti, non venga interpretato in maniera differente nelle varie ordinanze comunali.

“Ciò di cui necessita la nostra regione – conclude Cristina Bondavalli, della segreteria di Legambiente Emilia-Romagna – più che di singoli provvedimenti di limitazione, è una visione d’assieme che consenta di ripensare in maniera sostenibile il sistema di mobilità pubblica e privata, lo sfruttamento territoriale e l’efficienza energetica dei nostri edifici”.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=948b5918-b428-4ec5-8d89-1e5f6880a428&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,749 seconds.