Azzerati, Amici della Carife a Bruxelles per incontrare commissaria Vestager

Anche l’Europa intervenga negli indennizzi per i risparmiatori azzerati. Domattina, 24 aprile, Marco Cappellari e Mirko Tarroni, presidente e consigliere di Amici della Carife, incontreranno a Bruxelles presso la Direzione generale della Concorrenza (DG Competition), la commissaria Vestager. All’incontro prenderanno parte anche Luigi Ugone, presidente di “Noi che credevamo nella Popolare di Vicenza”, e Andrea Arman (presidente del Coordinamento Don Torta degli azzerati veneti), le due associazioni di risparmiatori veneti dichiaratesi contrarie al recente incontro con il premier Conte.

Cappellari e Tarroni consegneranno alla Vestager anche una lettera del Sindaco di Ferrara Tagliani. “Porteremo in Europa lo sconcerto di una comunità profondamente ferita – sostiene Cappellari – ma ci aspettiamo che, dopo questo primo incontro, Comune di Ferrara, Regione Emilia Romagna, e soprattutto il Governo italiano, compiano tutti i passi necessari perché si arrivi ad un pieno risarcimento degli azzerati.”

“Nel 2015 il piano di salvataggio di Carife (predisposto dalla Banca d’Italia ed approvato dall’assemblea degli azionisti del 30 luglio 2015) non venne attuato anche per l’opposizione della Commissione Europea, e per la precisione della Commissaria europea Marghethe Vestager -spiegano Amici di Carife. La commissaria affermò che i salvataggi da parte del Fondo interbancario di tutela dei depositi non fossero possibili in quanto rappresentavano aiuti di Stato. Ne seguì  il drammatico azzeramento di azioni e obbligazioni di 32.000 risparmiatori ferraresi e di altre tre banche.

“Ma un mese fa, il 20 marzo 2019, una clamorosa sentenza della Corte di Giustizia europea ha decretato che la decisione della Vestager di bloccare i piani di salvataggio (presa nel caso di BancaTercas) era illegittima in quanto i salvataggi del Fondo interbancario non rappresentano aiuto di stato. Peccato – sostengono gli Amici di Carife – che il comportamento della U.E., ahimè assecondato dal Governo italiano, ha poi causato la scomparsa di Carife e di altre 5 banche, nonchè l’azzeramento di 32.000 risparmiatori a Ferrara e di oltre 300.000 tra centro Italia e Veneto. Dopo la sentenza della Corte U.E. abbiamo subito chiesto un incontro con la Commissaria Vestager”.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,848 seconds.