Bonus Nido, da oggi si può inoltrare la domanda per il contributo da 1000 euro

A partire da oggi si possono presentare le domande per ottenere il Bonus Nido.

1000 euro come contributo per le spese dell’asilo nido sostenute in un anno.

È quanto prevede il Bonus Nido che dopo mesi di rinvii, da oggi, le tutte famiglie dei minori nati o adottati a partire dal 1 gennaio 2016, senza limiti di reddito ma con il solo requisito della cittadinanza italiana o comunitaria, oppure il possesso della carte di soggiorno di lungo periodo, potranno richiedere.

Il contributo, erogato dall’Inps, è inserito nella manovra finanziaria del 2017 e doveva essere disponibile già da gennaio. A causa di una serie di dettagli e di requisiti da definire, ma anche di preparazione della piattaforma on line attraverso la quale inoltrare la domanda, la procedura è stata definita solo un mese fa quando è stato stabilito che la data, a partire dalla quale il contributo poteva essere richiesto sarebbe stata il 17 luglio.

1000 euro dunque per il pagamento delle rette relative ad asili nido pubblici o privati ma anche per l’introduzione di forme di supporto a domicilio per i bambini sotto i 3 anni affetti da gravi patologie. L’erogazione del bonus avverrà con cadenza mensile e sarà suddiviso in 11 mensilità per quanto riguarda la frequenza dell’asilo nido ed in una unica soluzione per il supporto domiciliare.

Il primo pagamento comprenderà l’importo delle mensilità documentate e sino a quel momento maturate. A partire dal mese successivo a quello del rilascio della procedura il pagamento avrà cadenza mensile. La domanda, come per il Bonus Bebè e il Bonus Mamma Domani, deve essere inoltrata attraverso il portale web dell’Inps, presso il Contact Center al numero verde 803.164, oppure recandosi presso un patronato. Per questi contributi sono stati messi a Bilancio dello Stato 144 milioni di euro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
129 queries in 1,012 seconds.