Bracconaggio nelle Valli di Comacchio, quattro cacciatori denunciati dalla polizia provinciale

La polizia provinciale ha segnalato all’autorità giudiziaria quattro cacciatori, in una delle valli di Comacchio, nell’ambito dell’azione di contrasto al bracconaggio.

In un primo intervento gli agenti hanno utilizzato una canoa per raggiungere il posto di osservazione senza far rumore, dal quale hanno potuto osservare due cacciatori intenti ad utilizzare un richiamo acustico vietato dalla legge sulla caccia. A entrambi sono stati sequestrati i fucili e lo stesso richiamo, ancora acceso, di cui è prevista la confisca e la distruzione. Ai due uomini, in concorso, è stato contestato il reato che prevede un’ammenda fino a 1.500 euro, cui si aggiungono otto settimane di sospensione dall’esercizio venatorio nell’area del pre-parco.

Il secondo intervento ha invece portato alla denuncia all’autorità giudiziaria di due cacciatori per avere abbattuto due volpoche. Durante il controllo la pattuglia ha accertato anche l’abbattimento di dieci germani reali e tredici alzavole. Anche questa fauna è stata sequestrata e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria, così come i due fucili dei due cacciatori. Le volpoche ai sensi della legge sulla caccia appartengono alla fauna particolarmente protetta e il loro abbattimento prevede anche l’arresto da due a otto mesi, o l’ammenda da 774 a 2.065 euro.

Anche in questo caso, essendo una zona di pre-parco, scatterà la sospensione dell’esercizio venatorio per otto settimane. “Ringrazio i colleghi – dice il comandante della polizia provinciale Claudio Castagnoli – per questi servizi davvero difficoltosi, che comportano anche 14 ore di servizio continuato e spesso in condizioni non agevoli. Nonostante l’esiguo numero di personale – continua Castagnoli – non si ferma il nostro impegno per affermare il rispetto delle regole da parte di tutti, cacciatori compresi”.

2 Commenti

  1. FernandoVeronesi says:

    E queste sarebbero i signori cacciatori che rispettano la fauna ma questa è gente che quando a in mano un fucile si dimenticano del resto del mondo io spero che vengano puniti come meritano e che la loro licenza sia tolta a vita non per qualche mese solo

  2. Non sono nulla 8 mesi… Si meritano tanti anni… Se non sino la morte…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,263 seconds.