‘Predoni delle acque’ minacciano di morte volontari ed ex candidato M5S

falciano m5s

Marco Falciano, Movimento 5 Stelle

Volontari minacciati di morte dai predatori delle acque. A denunciare l’episodio, Marco Falciano, ex candidato alle recenti elezioni politiche per il Movimento 5 Stelle.

“Vi conosciamo, ricorderemo le vostre facce abbiamo la targa della vostra auto, vi ammazziamo, siete finiti”.

Queste le parole che i bracconieri delle acque e dei canali ferraresi avrebbero rivolto a Marco Falciano del Movimento 5 Stelle e a diversi volontari dell’Unione pescatori Estensi Upe e di EUROCARP, giovedì notte, sulle rive dei canali del Canale Circondariale di Ostellato.

bracconier pesca abusiva“L’8 marzo scorso vengo informato da alcuni pescatori sportivi che i bracconieri stavano operando con reti ed elettrostorditore nelle acque” ha scritto su Facebook Falciano, il quale, avvertite le forze dell’ordine, avrebbe atteso l’arrivo dei carabinieri quando, ad un certo punto, si sarebbe trovato faccia a faccia con il capo della banda di bracconieri dell’Europa dell’Est che, a detta del pentastellato, risiedono ed operano da tempo sul nostro territorio. Il fenomeno del bracconaggio nei canali ferraresi è in crescita negli ultimi anni. Soprattutto il contrasto e le segnalazioni da parte della Polizia provinciale di pesce raccolto illegalmente in grandi quantità da bande specializzate per poi essere rivenduto sul mercato ittico sta sempre di più riempiendo le cronache della provincia.

Giovedì scorso, i predoni sarebbero poi scappati con l’arrivo delle forze dell’ordine e avrebbero lasciato centinaia di pesci nei loro sacchi, all’interno di una barca rubata. Pesce vivo e immediatamente liberato dai volontari.

I volontari avrebbero rilasciato una denuncia ai carabinieri e questo episodio, sostiene una nota di Eurocarp, “non fermerà i volontari”. “Un altro giorno di ordinaria follia in questo territorio dimenticato” commenta Falciano del Movimento 5 Stelle, che chiede una presa di posizione forte da parte delle istituzioni locali.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
135 queries in 1,189 seconds.