Bullismo: controlli su pullman, appello a mondo adulti

05 tper autobusBullismo in pullman: i controlli di TPER, l’appello al mondo degli adulti ad assumersi le loro responsabilità

Sappiamo che questa mattina TPER ha inviato i propri controllori sul pullman incriminato,  dove i ragazzi, che andavano a scuola, sono stati  esortati a comportarsi civilmente. Loro non hanno negato i fatti, ma hanno detto tranquillamente che il caso citato dalle cronache di ieri era  uno scherzo, sul quale tutti erano d’accordo.

Risposta ovvia, naturalmente.

A noi, risulta, invece, che non si tratta affatto di scherzi. Risulta anche che questi atti siano abbastanza frequenti sui mezzi pubblici sia di questa tratta, Lagosanto – Lido Estensi, sia sulla tratta Lagosanto – Codigoro. Sia su tratte dell’Alto ferrarese.

Possiamo continuare a girare la testa dall’altra parte? a fingere indifferenza? e chi si prende cura delle persone civili ed educate in questa società? chi deve farlo? Sono ledomande che noi poniamo all’opinione pubblica, a chi pensa che non ci si debba arrendere alla deriva della stupidità.

TPER, intanto, sembra scuotersi e ribadisce il proprio impegno nel controllo. Si paga, dicono i genitori, per andare a scuola in pullman. Perché i nostri figli devono temere gli scherzi dei compagni più prepotenti?

Ed è sull’onda di queste riflessioni che oggi TPER  invita, tramite Telestense,  i genitori interessati, a farsi carico di questa vicenda e soprattutto degli aspetti educativi del comportamento sui pullman dei loro figli, perché non è certamente con un controllore “sentinella” che si possono risolvere situazioni del genere. Forse, aggiungiamo noi, non sarebbe male un confronto pubblico fra gli adulti interessati: – presidi e docenti delle scuole del territorio, i sindaci dei Comuni interessati- prima che il fenomeno diventi un’abitudine o possa degenerare.

 %CODE%

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,146 seconds.