CALCIO: ancora frenate sulla strada che porta alla ripresa

Non si trova l’accordo sul protocollo, almeno tre i punti non condivisi

Ancora discussioni attorno al protocollo che dovrebbe dettare le linee da seguire per la ripresa degli allenamenti di squadra, prevista per lunedì e successivamente del campionato. Manca condivisione tra Lega Calcio, Assocalciatori e Comitato Medico scientifico in particolare su maxiritiro, quarantena per tutto il gruppo in caso di un positivo e responsabilità dei medici.

In merito la Lega Calcio ha emesso il seguente comunicato: “Si è svolta questo pomeriggio in video conferenza una riunione tra rappresentanti delle Società e medici delle stesse per un’analisi delle indicazioni sulla ripresa degli allenamenti collettivi a partire dal 18 maggio. L’incontro si è svolto in un clima propositivo e di collaborazione tra Club e componente medica, con l’obiettivo di trovare soluzioni idonee e praticabili nell’applicazione delle istruzioni ricevute, con particolare riferimento alla quarantena di gruppo e alla responsabilità dei medici sportivi.

A tale proposito domani mattina la Lega Serie A, insieme ai vertici della FMSI e al Dott. Nanni, si riunirà con la Figc, per individuare insieme un percorso costruttivo di confronto con il Ministro della Salute, con il Ministro per le politiche giovanili e lo Sport, con il CTS, e giungere a un protocollo condiviso”.

Visti i tempi ristretti, il confronto potrebbe rivelarsi un capitolo fondamentale in quello che sta diventando un braccio di ferro con tanti protagonisti che paiono poco intenzionati ad assumersi la responsabilità di prendere decisioni definitive.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
150 queries in 2,086 seconds.