CALCIO: verso la ripartenza di tutti campionati professionistici

Obiettivo terminare sul campo i tornei di serie A, B e C. Stop ai dilettanti

Lungo Consiglio Federale. Al termine è stato deciso di portare a termine tutti i campionati professionistici, quindi serie A, B e C, disputando le restanti gare. Potrebbe slittare, oltre la prima quindicina di giugno, la data prevista per le prime partite. Questo comporterebbe la chiusura dei campionati ad agosto inoltrato, con i tesseramenti validi fino al 31 dello stesso mese. Si vorrebbero evitare, dove non sono previsti, play-off e play-out, quindi disputare tutti le gare previste dal calendario. In serie dodici turni, più sette partite da recuperare. Stop invece per tutti gli altri campionati, dalla serie D alla Terza Categoria. L’ok definitivo potrà comunque arrivare solo dopo l’incontro convocato dal Ministro Spadafora, cui parteciperanno tutte le componenti del Calcio, in programma giovedì della prossima settimana. Come risaputo il via libera è condizionato da notizie positive per quanto riguarda l’andamento dei contagi nel Paese.

Questa la parte del comunicato emesso al termine del Consiglio Federale in cui si riportano indicazioni sui campionati.
La FIGC ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di play-off e play-out, al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva. Per quanto riguarda la Serie A femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa, in base all’applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della FIGC.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
140 queries in 1,726 seconds.