Rifiuti, calotte: le perplessità delle aziende – INTERVISTA

Grande preoccupazione e anche tanti interrogativi per le aziende ferraresi, dopo l’introduzione dei cassonetti a calotta a Ferrara.

Il nuovo sistema di raccolta rifiuti, infatti, ieri è stato al centro di un incontro organizzato da Ascom Confcommercio, molto atteso dai titolari delle attività.

Che impatto hanno le calotte e in generale il nuovo sistema di raccolta rifiuti sulle attività commerciali di Ferrara, soprattutto per coloro che operano nel settore della ristorazione?

L’obiettivo dell’incontro in Ascom è stato anche quello di spiegare la direzione presa da Hera, ovvero incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti grazie al sistema a calotta. Ma i commercianti e ristoratori presenti, sfruttando la presenza dei responsabili della multiutility, hanno espresso qualche perplessità operativa ma soprattutto hanno voluto capire se, in prospettiva, si potrà realizzare concretamente una tariffazione che premia i virtuosi.

I titolari di attività, poi, hanno chiesto ai responsabili della raccolta dei rifiuti di essere clementi in questa fase iniziale.

 

 

Tra un circa mese dovrebbe essere attivo il nuovo regolamento tariffario, da definire attraverso i dati ricavati dalla fase di sperimentazione delle calotte. Per ora è stato lasciato in sospeso l’interrogativo su quali saranno i costi effettivi, con questo nuovo sistema, per gli esercenti, i quali hanno cercato di capire anche quali siano i benefici reali che potranno ricavare dal nuovo percorso intrapreso da Hera che dovrebbe premiare chi differenzia di più nella raccolta dei rifiuti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,178 seconds.