Candidati, ultimo confronto prima del voto – VIDEO

ande_pp

Ultimo confronto tra i candidati ieri sera, alla sala S. Francesco, organizzato dall’Ande e moderato dal giornalista del resto del Carlino Stefano Lolli.

Sanità, turismo, spesa pubblica, coinvolgimento dei cittadini. Questi alcuni dei temi attorno ai quali ieri sera, alla Sala Francesco, i candidati sindaco di Ferrara si sono confrontati. Non tutti, per la verità. Presenti Tiziano Tagliani, Mario Zamorani, Vittorio Anselmi e Francesco Fersini, rappresentato da Massimo Masotti, Francesco Rendine, e da Seergio Simeone Ilaria Mrghen. Assenti Marica Felloni e Giuseppe Fornaro.

Nulla di piccante è uscito da un dibattito costellato da numerosi, qualcuno potrebbe pensare anche troppi “sono d’accordo con” o “ha ragione quando dice”, con un picco di animosità del sindaco Pd Tagliani che toccato sul vivo delle sue radici politiche si è scaldato accusando i suoi avversari di non avere idee, e di non aver saputo fare opposizione. Mario Zamorani che nel nome della sua lista “dopo 68 anni un’altra Ferrara” esprime voglia di cambiamento, non ci sta a passare per quello che non ha idee e definisce Tagliani onesto curatore fallimentare della città di Ferrara.

Poi si passa a parlare di patto di stabilità e Francesco Fersini, Nuovo centro destra e Udc, chiamato in causa dal moderatore del dibattito, il giornalista del Resto del Carlino Stefano Lolli, propone, per riuscire a fare i conti con le ristrettezze di coinvolgere sempre di più i cittadini e le associazioni nei servizi con lo slogan “non faccia il comune quello che può fare le gente”. Di un diverso coinvolgimento parla invece Sergio Simeone, in rappresentanza di Ilaria Morghen del Movimento 5 Stelle, che promette di aprire il palazzo e chiedere la collaborazione degli Stake Holders, arrivando ad una giunta allargata e una consulta del turismo aperta ai cittadini.

E sul turismo, qualche idee la propone Massimo Masotti, che fa le veci di Francesco Rendine di Giustizia, onore e libertà”. Con lo stile teatrale che lo contraddistingue propone invece della geotermia a Casaglia, le terme dei Templari che possono sfruttare l’acqua tiepida che lì scorre nel sottosuolo. Un esempio di uno dei tanti turismi che si potrebbero portare a Ferrara. Non resta fuori, dal dibattito neppure Cona, sul quale interviene il candidato di Forza Italia Vittorio Anselmi, “Cona non lo volevamo dice, ma adesso c’è e lo dobbiamo difendere per evitare che i ferraresi negli anni vadano a curarsi in realtà come quella bolognese dove si investe in centro di all’avanguardia”.

[flv image=”http://www.telestense.it/img-video/ande.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/03-ande_20140523170731.mp4[/flv]

Comments are closed.


 
128 queries in 1,347 seconds.