Carice, la dirigenza: “Abbiamo retto nonostante la tempesta” – Video

E’ stato un anno davvero difficile il 2015 anche per l’attività della Cassa di Risparmio di Cento.

La crisi globale, l’economia italiana che non cresce, il territorio che conta un numero di imprese che chiudono superiore a quelle che aprono.

Nonostante tutto Caricento chiude il bilancio in positivo e dunque presidente e direttore della banca della città del Guercino, rispettivamente Carlo Alberto Ronacarati e Ivan Damiano si ritengono soddisfatti. I numeri sullo stato di salute della banca sono stati forniti nel corso di una conferenza stampa tenuta questa mattina in Camera di Commercio a Ferrara.

Caricento dunque registra un utile netto di tre milioni, ha assunto 12 giovani a tempo indeterminato e nonostante il decreto salva banche che ha pesato e non poco anche su Caricento, per 3152 milioni di euro usciti a dicembre, la banca dell’Alto Ferrarese regge e pensa anche ad aprire due filiali nel comune di Comacchio.

Il quadro sullo stato di salute di Caricento, la banca sottolinea la dirigenza ha superato anche gli stress test della Bce, è tutto sommato positivo nonostante la tempesta dovuta al bail-in e alla speculazione che ne è seguita. Una speculazione che è stata molto sentita, dopo la vicenda di Carife, anche nel nostro territorio, sottolinea il presidente Roncarati.

Una tempesta, nonostante tutto superata, dice anche il direttore della banca Caricento, Ivan Damiano che è soddisfatto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,660 seconds.