Bankitalia: “Malagestio e crisi cause terremoto banche”

soldi denaroVisco in Commissione Banche: difesa ad oltranza di Bankitalia. Il terremoto del credito in Italia?

Tutta colpa dell’economia mondiale e dei vertici scorretti o incapaci di alcune banche.

Audizione fiume del governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, oggi davanti alla commissione bicamerale di inchiesta sulle banche, andata avanti senza interruzioni per oltre sei ore. Sulle crisi bancarie «ho due rimpianti», ha detto Visco, il primo è per non «aver spinto con forza» le banche sul recupero delle sofferenze e la seconda è di essersi accorti dei problemi della Popolare di Vicenza solo nel 2014 dopo l’ispezione e l’emersione del fenomeno delle “baciate”.

Visco ha ammesso dubbi e incertezze sull’efficienza della vigilanza da parte di BANKITALIA sulla Popolare di Vicenza, ma ha concluso con una completa assoluzione dell’operato dell’organo di vigilanza e degli ispettori inviati a controllare l’operato delle banche.

Su Popolare di Vicenza ammette l’errore di valutazione del Direttorio della Banca Centrale italiana, che la considerava, dice, ”una banca non straordinaria, non la migliore tra le popolari ma sicuramente in grado di fare acquisizioni di banche più piccole».Una valutazione, sottolinea il n. 1 dell’Istituto di via Nazionale, smentita dall’aumento di capitale condotto in modo scorretto, senza che Bankitalia se ne accorgesse.

Quanto ai rapporti con il governo, Visco ammette una domanda su Banca Etruria da parte di Matteo Renzi, ma dichiara di non avervi dato risposta e anzi di avere sostenuto che “di banche in difficoltà il governatore è tenuto a parlare solo col ministro dell’Economia”.Mentre scagiona il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, allora ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, da ogni accusa di pressione.

In sostanza il terremoto del sistema del credito italiano per Ignazio Visco ha avuto due cause fondamentali: la crisi economica e finanziaria mondiale e la scorrettezza di alcuni gruppi dirigenti delle banche . “La mala gestio, c’è stata e l’abbiamo, ha ribadito il governatore, più volte sottolineata”. Quanto ai risparmiatori rimasti senza risparmi: da Visco soltanto comprensione: insomma “non si poteva fare altrimenti”, naturalmente, sostiene , “nell’interesse del Paese”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,688 seconds.