Ca’Rosa, da pneumatico a campo di calcio

Otto mila tonnellate di copertoni usati sono diventati un campo da calcio. Si chiamano superfici sportive in gomma da riciclo di pneumatici fuori uso, e si possono adattare a molte esigenze.

Il cimitero delle gomme di via Cà Rosa non esiste più dallo scorso marzo, quando una ditta specializzata ha bonificato e portato via le gomme dalla piccola media industria della Diamantina. Era uno dei casi ambientali più conosciuti in città, e dopo anni di stallo l’azienda in via Cà Rosa è stata bonificata.

Passando così a miglior vita perché ora i vecchi pneumatici sono stati lavorati e riutilizzati come superfici mobili da usare in qualsiasi contesto, soprattutto sportivo. “Ero un pneumatico e ora sono un campo di gioco”.

Così è stato intitolato il convegno che si è tenuto in mattinata al Chiostro di San Paolo, dove sono state spiegate le tecniche di rintracciamento, raccolta, trattamento e recupero dei pneumatici fuori uso. Ma è all’ombra del Castello estense che si possono vedere i risultati di questa lavorazione.

Sotto il campo da calcio allestito dalla Uisp infatti, ci sono i vecchi pneumatici trasformati. Una superficie gommosa adatta per attutire i colpi e stabilizzare le pavimentazioni; in questo caso, un campo da calcetto da strada, in inglese street soccer.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120512_08.flv[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
147 queries in 1,184 seconds.