Carradori: la “mia” sanità – INTERVISTA

03 cona caradori

Intervista al nuovo direttore Generale dell’Azienda ospedaliero universitaria Sant’Anna, a 4 mesi dall’incarico.

Ridurre i tempi d’attesa nelle prestazioni specialistiche e nell’assistenza ospedaliera, uniformare la qualità delle prestazioni su tutta la Provincia: sono questi i due obiettivi principali su cui si giocherà il rinnovamento della sanità ferrarese nei prossimi mesi. Per realizzarli il Direttore generale dell’azienda ospedaliero universitaria di Ferrara, Tiziano Carradori, punta su servizi più integrati. “Lavorare nel Pubblico, dice , è un privilegio, che dà a tutti noi una grande responsabilità”.

“Dopo aver passato, aggiunge, 4 mesi ad ascoltare e avere visto a distanza ravvicinata gli elementi critici e le potenzialità della struttura sanitaria ferrarese, questo è il momento di passare all’azione”, così martedì 16 giugno ha presentato insieme al direttore generale dell’Azienda Ausl, Bardasi, ai collegi di direzione allargati delle due aziende le linee di programma della nuova sanità ferrarese. Parola chiave del documento è l’integrazione realizzata, dice Carradori, dando la stessa qualità e tempestività ai servizi ospedalieri, eliminando i doppioni negli uffici amministrativi, uniformando la rete dei medici di medicina generale.

Serve, ha aggiunto, una strategia pensata insieme fra le due aziende, ma una unica gestione operativa dei servizi, che per la rete ospedaliera sarà del Sant’Anna, per i servizi amministrativi e la medicina del territorio sarà dell’AUSL. “Nel nuovo modello di Sanità, aggiunge Carradori, sarà introdotto un sistema del merito, che non deve passare necessariamente per premi stipendiali, ma per incarichi e responsabilità conferiti con la massima trasparenza”. Un modello, quello delineato da Carradori, che riduce gli sprechi, punta alla riduzione della mobilità passiva, non taglia i servizi e non fa spostare i pazienti, ma pensa alla mobilità dei professionisti e ad un lorocoinvolgimento più forte. “Gli operatori, precisa, la versa risorsa dei nostri servizi, da valorizzare attraverso un’organizzazione integrata e condivisa”.

L’intervista integrale che andrà in onda su Telestense Venerdì 26 Giugno, alle 22.20

[flv image=”http://www.telestense.it/img-video/03 cona caradori.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/03-cona-caradori_20150624185201.mp4[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,250 seconds.