Castello Estense, S.Silvestro con i fuochi o con la mostra?

incendio-castello001San Silvestro 2015 potrebbe essere l’ultima occasione per vedere i fuochi del Castello Estense? L’assessore alla Cultura, Massimo Maisto ammette: “L’incendio è una grande manifestazione che funziona da 14 anni ma io non escludo nessuna ipotesi; nemmeno quella di cambiare qualcosa”.

Le dichiarazioni arrivano dopo che da alcuni giorni l’amministrazione ha comunicato agli operatori turistici che a causa dell’incendio del Castello di San Silvestro, la mostra permanente di Boldini e De Pisis, per motivi di sicurezza, dovrà essere disallestita e riallestita in pochi giorni. I quadri infatti, per scongiurare ogni tipo di rischio, il più pericoloso sono i focolai provocati dai fuochi, dovranno essere tolti dal percorso museale del monumento estense il 29 dicembre e di nuovo riallestiti per il cinque di gennaio.

I quadri, che avevano come sede naturale Palazzo Massari, chiuso dopo il terremoto, infatti sono stati trasferiti nel Castello Estense per permettere ai visitatori di godere delle opere d’arte dei due pittori ferraresi, Boldini e De Pisis. Un nuovo allestimento che dovrebbe durare per diversi anni e cioè fino a quando non saranno trovati i fondi per ristrutturare Palazzo Massari. La comunicazione della chiusura della mostra da parte del Comune tuttavia è avvenuta solo alla fine della settimana scorsa e per questo gli imprenditori del turismo hanno storto il naso e non poco perché i pacchetti per il Capodanno sono già stati promossi e oltre alla mostra di De Chirico che aprirà ametà novembre c’era anche l’esposizione del Castello.

“Non mi risulta che le aziende che fanno capo al Consorzio Visit Ferrara abbiano avuto delle disdette per la chiusura della mostra ” precisa l’albergatore, Matteo Ludergnani che però aggiunge: “Certo è che l’amministrazione ha comunicato male e in ritardo”aggiunge ancora Ludergnani che ricorda come in realtà l’evento di richiamo per trascorrere il Capodanno a Ferrara non sia tanto la mostra quanto l’incendio del Castello. Un ritardo, precisa l’amministrazione, attraverso la direttrice di Ferrara Arte, Maria Luisa Pacelli, dovuto al fatto che prima di far saltare la mostra per i giorni a ridosso del 31 dicembre sono state fatte tutte le valutazioni possibili per impedire la soluzione più drastica.

“Ci scusiamo fin da subito con tutti gli operatori”sottolinea l’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Massimo Maisto che però precisa: “Ci siamo trovati con i tempi stretti dovuti al fatto che solo da poco abbiamo fatto la nuova aggiudicazione degli eventi per San Silvestro” precisa ancora l’amministratore che però assicura: “Sicuramente per 2016 gli operatori non ci troveranno impreparati e comunicheremo il programma della mostra entro marzo”.

Resta però la domanda iniziale: come si concilia la permanenza della mostra in Castello con i fuochi? “L’incendio e il Festival di Internazionale sono le punte di diamante per il turismo ferrarese e quindi ci penserei 10 volte prima di cambiare qualcosa – commenta Maisto, che però aggiunge – certo è che sono aperto a tutte le ipotesi possibili”. E una di queste – dice lo stesso Maisto – potrebbe essere anche quella di realizzare un incendio del Castello con proiezioni sui monimenti dei fuochi d’artificio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,272 seconds.