Incontri e scontri di Dalia Bighinati (all’epoca di Covid-19)

Ripartire? Sì, ma non per tornare al passato!

Ripartire? Sì, ma non per tornare al passato!

Il responsabile per l’Europa, il medico Hans Kluge parla di “tragedia umana inimmaginabile”, Enrico Negrotti su Avvenire, giovedì 23 aprile 2020 sostiene la necessità per il nostro Paese di rivedere le attuali strutture residenziali permanenti, inadeguate a una popolazione che invecchia, indicando nelle RSA, ma più in generale negli Istituti di ricovero destinati agli anziani, la spia di una fragilità endemica della nostra società. Lo penso da tempo e...

La strage degli “invisibili”.

La strage degli “invisibili”.

In queste settimane abbiamo assistito con angoscia alla carenza di personale e di presidi di protezione negli ospedali, agli appelli e arruolamenti di massa di medici e infermieri, durante la stessa epidemia, così come ci siamo resi conto, seppure tardivamente, che, se già la Sanità aveva dei problemi, l’anello più debole della catena era costituito dalle Residenze Sanitarie assistenziali (RSA), strutture di ricovero residenziale per anziani non autosufficienti,...

L’anello debole della catena

L’anello debole della catena

“Appena entro mi assale l ‘odore di passato di verdure. Salgo due rampe di scale, attraverso una pesante porta tagliafuoco e, al pianerottolo del secondo piano, mi accoglie una anziana donna, che mi chiede una sigaretta. La chiede a tutti quelli che entrano, sembra rassegnata alla risposta. Lungo i due angusti corridoi, vedo alcuni ospiti in sedia a rotelle, nelle stanze ci sono, invece, gli ospiti che oggi non saranno alzati. Forse sono allettati permanenti....

Elogio della famiglia ai tempi del coronavirus

Elogio della famiglia ai tempi del coronavirus

“Quanto più una famiglia è unita, tanto più è forte, in grado di proteggere chi ne fa parte. Quanto più è divisa, tanto più è debole”. Questo è stato l’imprinting educativo ricevuto in una famiglia libera dai tabù legati ad un modello patriarcale e autoritario, che le riforme e i movimenti femminili dei primi anni 70 del secolo scorso hanno contribuito a sgretolare, sostituendo ad esso una famiglia nata dall’amore fra due persone che decidono liberamente...

Non è più tempo di politichette…

Non è più tempo di politichette…

CAMBIAMENTO È UNA PAROLA BIFRONTE. Piena di fascino per chi si lascia attrarre dai tanti guru in circolazione, temuta da chi e’ terrorizzato dalle novità. In politica è il mantra di chi esorcizza i guai del giorno con la promessa di un potere liberatorio, che elimini i problemi senza chiedere nulla in cambio, se non il voto. Da noi va sempre in coppia con un altra parola, ” il nuovo”, alternativa radicale al passato, colpevole di tutti i mali del Paese....

Non confondiamo!

Non confondiamo!

Oggi è un giorno speciale, il contagio sembra stazionario. Saremo giunti al picco? Nell’attesa di appurarlo, mi piacerebbe meditare con voi su alcune parole che in questi giorni tornano ossessivamente nei discorsi pubblici, sui social, sui media. Comincerò da “isolamento”: oggi il termine si usa per indicare una misura necessaria, presa dai decisori pubblici, per isolare i portatori del contagio, distanziare i sani dai potenziali portatori di virus e...

Attraversare il ‘900 con una Olivetti MP1 rossa.

Attraversare il ‘900 con una Olivetti MP1 rossa.

E’ una storia tutta al femminile quella che Desy Icardi racconta nel suo ultimo libro, intitolato “La ragazza con la macchina da scrivere”, un romanzo che ha come protagonista una diciassettenne di buona famiglia della provincia di Torino, che affronta i drammi del ‘900 e della sua vita munita di una Olivetti MP1 color rosso fiamma: una sorta di correlativo oggettivo della salda coscienza morale della ragazza e insieme segno della sua appartenenza ad una...


 
148 queries in 1,238 seconds.