Cento: transenne in Centro storico

A metà fra Ferrara e Modena Cento ha vissuto così anche il disastro del terremoto. La terra non trema più come prima ma la paura nei centesi è tanta, anche dopo il comunicato della commissione grandi rischi. Per questo la gente fa la fila per richiedere un sopralluogo della casa e per il momento continua a dormire in tenda o nel giardino di casa e nel campo allestito a Santa Liberata.

Nonostante ciò e dopo una vittima registrata in via Provenzali dove oggi c’è in ricordo un fiore, la comunità vuole ripartire e se il centro storico per alcune vie rimane off limit, dopo la voglia di ritornare alla normalità è tanta e si percepisce soprattutto dai commercianti che negli accessi principali al cuore della città fanno sapere, attraverso diversi cartelli appesi alle transenne, che loro sono aperti e ci sono per i centesi, anche magari praticando qualche sconto.

Il terremoto non è stato buono con i lavoratori emiliani, i piu’ colpiti da questo sisma. Come un chirurgo ha tolto loro le merci e ha reso inagibili diversi negozi, ma bisogna ripartire…

E’ necessario che la gente superi la paura e per fare questo serve che il centro storico sia al più presto messo in sicurezza dice Ascom, affinché la città riparta: il futuro preoccupa le imprese e i commercianti…

[flv image=”http://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/05/cento2.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120612_07.flv[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,499 seconds.