Centri commerciali, sindacati: “Dipendenti non lavorino per Pasqua e Pasquetta”

supermercato“I dipendenti dei centri commerciali non lavorino per Pasqua e Pasquetta”.

Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e UilTucs dell’Emilia-Romagna hanno proclamato lo sciopero per il giorno di Pasqua e l’astensione dal lavoro per il giorno successivo, invitando i lavoratori del commercio e gli addetti di tutte le attività svolte nei centri commerciali ad aderire astenendosi dal lavoro nelle festività.

“E’ necessario – dicono i sindacati – che la discussione in Parlamento si riattivi per una nuova regolamentazione delle aperture commerciali. Le liberalizzazioni sono sbagliate, non aiutano la crescita economica, non creano nuova occupazione, producono dumping tra piccola e grande distribuzione, svendono le festività, svuotano i centri storici delle città a favore delle cittadelle del consumo, sviliscono la qualità del lavoro.

Sulla base delle norme contrattuali vigenti i lavoratori potranno rifiutarsi di lavorare in tutte le festività, senza incorrere in nessuna sanzione”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,153 seconds.