Clara: Annibale Cavallari nuovo presidente. Barbieri non è stato rinnovato

Cambio al vertice di CLARA; la società di gestione dei rifiuti nata dalla fusione tra CMV di Cento e Area di Copparo.

Questa mattina, in Sala Arengo del Palazzo Municipale, si è riunita l’assemblea dei soci di CLARA, ed ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione: non è stato rinnovato il mandato, quindi, a Gian Paolo Barbieri, artefice della fusione tra CMV e AREA che ha dato vita a CLARA.

Il nuovo Presidente e Annibale Cavallari, classe 1962, laureato in economia e commercio e dirigente amministrativo del CADF dal 1995. Del CDA Faranno parte Alida Padovani, comacchiese classe 1983, laureata in scienze ambientali, e Maria Luppino, centese, giornalista ed esperta di temi ambientali. 19 mila euro per il presidente, 17mila per le consigliere, questi i compensi annui deliberati oggi, il mandato durerà fino al 2020.

Il Presidente uscente, Gian Paolo Barbieri, ha letto ai soci una lettera di saluto augurando buon lavoro al nuovo Consiglio di Amministrazione, ricordando anche che «è già stato impostato un Piano Industriale molto dettagliato in base al quale da settimane si è avviata una prima fase di negoziazione tecnica con ATERSIR per velocizzare il processo verso l’affidamento del servizio per altri 15-20 anni»  e invitando il nuovo CdA a «mettere mano al più presto a questo impegno, che ha un impatto su milioni di euro di investimenti programmati e su un’organizzazione con più di 400 collaboratori».

Tags:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,840 seconds.