Il colore politico dei nuovi ministri

Diciotto ministri, fra tecnici, indipendenti e politici al debutto, un sottosegretario alla Presidenza del Consiglio , politico di lungo corso e un Presidente del Consiglio, professore universitario, indipendente , mai stato in politica, simpatizzante del M5S. Un mix che appare foriero di molte novità.
Dei 18 ministri più il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, in quota Lega, di cui si era parlato come di un possibile ministro dell’Economia al posto del controverso Paolo Savona, alla Lega, oltre a Matteo Salvini, vicepremier e Ministro Interni, vanno ascritti sei Ministri, Bussetti per l’istruzione-università-ricerca, Erika Stefani, affari regionali e autonomie, Lorenzo Fontana, famiglia e disabilità, Giulia Bongiorno, Pubblica amministrazione, Gianmarco Centinaio, politiche agricole, alimentari e forestali. Fra gli indipendenti Enzo Moavero Milanesi, agli Esteri è il ministro più tecnico del nuovo governo, Giovanni Tria all’Economia è vicino a Forza Italia, mentre Paolo Savona, è certamente più vicino alla Lega.
La distribuzione politica dei ministeri rispetta in modo evidente il peso elettorale dei due partiti, la Lega, infatti, con il 17,33 per cento dei voti del 4 marzo scorso, si aggiudica 6 ministri, più il sottosegretario Giorgetti, i CinqueStelle con il 32,68 per cento se ne aggiudica 13, più il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
Quanto al peso specifico dei ministeri, inutile dirlo, i due vicepremier e capi politici dei due partiti alleati hanno voluto ministeri pesantissimi. Dal Ministero degli Interni Salvini sarà in grado di esprimere al meglio la linea della Lega in fatto di Immigrazione e sicurezza, mentre Luigi Di Majo potrà dal Ministero dello sviluppo e del Lavoro, unificati in questo Governo, orientare le politiche del lavoro e dello sviluppo per cui il Movimento si è tanto speso al SUD.

Ma il Governo che si definisce del cambiamento oltre alle novità promesse in campagna elettorale, su alcune delle quali pesa il macigno della non sostenibilità economico-finanziaria, si presenta carico di novità, a stare alla scelta dei ministri, su molti fronti, a partire dal fatto che mette insieme a leghisti di lungo corso, ministri che debuttano in politica dai vertici del potere, ministri tecnici molto quotati sul piano dell’esperienza nei loro settori di competenza, e altri, soprattutto fra i 5Stelle, che hanno un curriculum breve tutto all’insegna della militanza nel Movimento.
Il mix potrebbe davvero riflettere la realtà del Paese, sia sul piano generazionale, che su quello della provenienza e del livello delle competenze, che, forse ad alcuni difettano, ma si sa che a volte l’entusiasmo può fare da combustibile per accelerare i tempi della preparazione che si richiede a chi si assume la responsabilità di guidare la complessa macchina dello Stato.

Governo Lega-M5S: ecco tutti i ministri del nuovo esecutivo guidato da GIUSEPPE CONTE.
Presidente del Consiglio – Giuseppe Conte
Vicepresidente del Consiglio e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico – Luigi Di Maio
Vicepresidente del Consiglio e Ministro dell’Interno – Matteo Salvini
Sottosegretario Presidente del Consiglio – Giancarlo Giorgetti
Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta – Riccardo Fraccaro
Pubblica Amministrazione – Giulia Bongiorno
Affari Regionali e Autonomie – Erika Stefani
Ministro per il Sud – Senatrice Barbara Lezzi
Ministro per la Famigli e le disabilità – Lorenzo Fontana
Ministro affari esteri – Moavero Milanesi
Ministro della Giustizia – Alfonso Bonafede
Ministro della Difesa – Elisabetta Trenta
Ministro dell’Economia – Giovanni Tria
Ministro delle politiche agricole – Gianmarco Centinaio
Ministro dell’Ambiente – Sergio Costa
Ministro Infrastrutture – Danilo Tonineli
Ministro dell’Istruzione – Marco Bussetti
Ministro dei Beni Culturali e Turismo – Alberto Bonisolidi
Ministro della Salute – Giulia Grillo
Ministro degli Affari Europei – Paolo Savona

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
136 queries in 1,189 seconds.