Lotta abusivismo ai lidi: “Mai investite così tante risorse come quest’anno”

prefettura spiagge sicureSottoscritto oggi tra il sindaco di Comacchio e il Prefetto di Ferrara il protocollo d’intesa “Spiagge Sicure – Estate 2018”, per il rafforzamento dell’attività di prevenzione e contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale soprattutto sulle spiagge comacchiese.

Mai come quest’anno sono state impegnate così tante risorse, economiche e di personale, contro la vendita da parte degli abusivi di merce contraffatta e falsa sul litorale comacchiese.

E’ quanto è emerso dall’incontro in Prefettura a Ferrara dove il sindaco di Comacchio, Marco Fabbri, e il Prefetto di Ferrara, Michele Campanaro, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa “Spiagge Sicure – Estate 2018”. E’ il punto d’arrivo del percorso avviato agli inizi di luglio, quando il Ministro dell’Interno stabilì di finanziare progetti per la prevenzione e il contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione.

prefettura spiagge sicureIl progetto su Comacchio costa più di 270 mila euro ed è finanziato per 50 mila dal Ministero. “Il massimo ottenibile” ha detto il Prefetto: Comacchio e i suoi lidi infatti, tra l’altro, con le oltre 2 milioni di presenze nel 2016, è tra le località balneari con il maggior flusso turistico a livello nazionale .

Il progetto, partito il 15 luglio e che finirà fra un mese e mezzo, a metà settembre, prevede più personale delle forze dell’ordine e volontari sulle spiagge, che garantiranno anche maggiori controlli nelle aree del mercato e tra le case vacanze. Poi, una cabina di regia controllerà l’andamento del progetto bimensile: già in questo primo periodo estivo, come confermato dalla Polizia Municipale lagunare, i sequestri di merce irregolare e le multe sono aumentate rispetto agli anni precedenti.

“Auspico”, sottolinea Fabbri, “che in futuro anche i privati investano in sicurezza per combattere il fenomeno dell’abusivismo commerciale ai lidi e spero che prossimamente vengano mandati dallo stato più agenti delle forze dell’ordine”. Secondo il Prefetto, “le associazioni di categoria e le imprese faranno la loro parte”, e già dalla fine di questa stagione estiva si inizierà a lavorare per il 2019.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
136 queries in 1,392 seconds.