Abbandonano rifiuti ai lidi: foto-trappole li incastrano

abbandono rifiutiGettano i rifiuti dove non devono e vengono ‘pizzicati’ dalle foto-trappole: è avvenuto ai lidi di Comacchio.

Nel territotorio comacchiese ci sono cinque foto-trappole con sistema di rilevazione della targa e trasmissione dei dati (foto e video) in tempo reale. I sistemi di rilevazione sono stati posizionati in varie località del Comune, ad esempio a Lido delle Nazioni e in Valle Pega; già nei primi giorni di utilizzo i risultati non sono mancati. Sono infatti due le persone identificate e sanzionate per l’abbandono di rifiuti o per il conferimento non conforme al regolamento comunale.

La normativa in materia, tra l’altro molto severa, disciplina il reato di abbandono ed il deposito incontrollato di rifiuti, che sanziona chiunque abbandona o deposita rifiuti nel suolo e sul suolo, ovvero li immetta nelle acque superficiali o sotterranee con la sanzione amministrativa pecuniaria da 300 euro fino a 3 mila, aumentata fino al doppio se la condotta riguarda rifiuti pericolosi.

Se invece la condotta di abbandono o deposito incontrollato di rifiuti, sia stata posta in essere all’interno di una attività professionale e in ogni caso vi sia una condotta organizzata, la pena è dell’arresto da 3 mesi a un anno e l’ammenda da 2.600 euro a 26.000 se si tratta di rifiuti non pericolosi; nel caso di abbandono di rifiuti pericolosi, la pena prevista è dell’arresto da 6 mesi a 2 anni e l’ammenda da 2.600 euro fino a 26.000.

I controlli della Polizia Locale, proseguono a tappeto su tutto il territorio ed in particolar modo in quelle località più isolate e nei lidi Comacchiesi dove in prossimità dell’imminente stagione estiva, è più accentuato il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

One Comment

  1. Fanno bene a multarli sti

    zozzoni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,123 seconds.