Comacchio capitale cultura 2018, l’orgoglio della candidatura – INTERVISTA

Dopo l’ufficialità arrivata dal Ministero sulla candidatura di Comacchio, insieme ad altre 20 città a Capitale Italiana della Cultura 2018, abbiamo raggiunto al telefono Alice Carli, assessore alla cultura della città dei Trepponti.

“Ottenere ufficialmente la candidatura di Comacchio a capitale italiana della Cultura 2018 significa che è stata fatto un buon lavoro insieme al territorio, un punto di forza che il comune ha voluto mettere in campo e che viene rivendicato con orgoglio”.
A sottolinearlo è l’assessore alla Cultura Alice Carli a poche ore dall’ufficialità arrivata dal Ministero dei Beni culturali.
La candidatura ha messo in moto meccanismi importanti per il territorio comacchiese, una importante strategia per la promozione del territorio, che vede come progetto principale l’apertura del nuovo museo archeologico.
“Parlare di cultura, fare tavoli dove si analizza il territorio, riscoprire grandi risorse archeologiche e la ricchezza del paesaggio è già una grande vittoria indipendentemente dai risultati” spiega l’assessore Carli, che non teme la competizione con le altre 20 città italiane.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
137 queries in 2,398 seconds.