Comacchio in corsa come città capitale della cultura italiana 2018. Ieri e oggi audizione a Roma delle dieci finaliste

Da sx Roberto Cantagalli Sindaco Marco Fabbri

 Comacchio, aspirante nostrana al titolo di città della cultura 2018, in audizione, ieri, per un’ora e mezzo per raccontare le proprie eccellenze e specificità. L’audizione si è svolta davanti alla Commissione insediata al Mibact per decidere quale fra le dieci città finaliste, sarà scelta per il prestigioso titolo.

In delegazione sono partiti da Comacchio, il sindaco Marco Fabbri, l’assessore alla cultura, Alice Carli, Roberto Cantagalli, dirigente settore turismo e responsabile del progetto, Alessandra Felletti, project manager cultura e turismo, Claudio Fedozzi, dirigente Urbanistica.

C’è grande attesa non solo a Comacchio per conoscere il verdetto, atteso per il 31 di Gennaio, della Commissione incaricata di decidere quale fra le città finaliste, sarà insignita del prestigioso e ambizioso titolo di città italiana capitale della cultura.

Dopo una prima selezione, che ha individuato il 15 novembre scorso dieci città fra le 21 partecipanti al bando, che si contenderanno la finale, ieri e oggi a Roma si sono tenute le audizioni delle delegazioni delle dieci finaliste .

Dopo Mantova nel 2016 e Pistoia nel 2017, la Capitale italiana della cultura 2018 potrebbe essere Comacchio: per affrontare il percorso, Comacchio ha lavorato a fondo per raccontarsi e mettere in pista tradizioni e il meglio della creatività che la città in questi anni ha saputo esprimere e che è confluita in un progetto di straordinaria qualità e molto articolato che l’ha portata ad essere inserita dalla commissione giudicatrice fra ledieci papabili.

A contendersi il titolo sono città con una storia e un curricolo di tutto rispetto e già molto famose nel settore del turismo culturale.

Alla vincitrice verrà assegnato un contributo di 1 milione di euro e l’esclusione delle risorse investite nella realizzazione del progetto dal vincolo del patto di stabilità. Il titolo è stato istituito dalla legge Art Bonus sulla scia della vasta e virtuosa partecipazione di diverse realtà italiane al processo di selezione per individuare la Capitale europea della cultura. LE 10 FINALISTE 1. Alghero, provincia di Sassari, Sardegna 2. Aquileia, provincia di Udine, Friuli Venezia Giulia 3. Comacchio, provincia di Ferrara, Emilia Romagna (nella foto in alto) 4. Ercolano, provincia di Napoli, Campania 5. Montebelluna, provincia di Treviso, Veneto 6. Palermo, Sicilia (nella foto qui sopra) 7. Recanati, provincia di Macerata, Marche (nella foto sotto) 8. Settimo Torinese, provincia di Torino, Piemonte 9. Trento, Trentino Alto Adige 10. Unione dei Comuni Elimo Ericini (Buseto Palizzolo, Custonaci, Erice, Paceco, San Vito Lo Capo e Valderice), provincia di Trapani, Sicilia LA PROCLAMAZIONE è attesa per martedì 31 gennaio.

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,188 seconds.