Consiglieri M5S: progetto ampliamento Diamanti non è attentato a monumento – INTERVISTA

Mentre la petizione dello studio Labics di Roma ha superato le 5.260 sottoscrizioni, oggi il Gruppo Consiliare del M5S di Ferrara interviene con un comunicato in cui , riconosce sia la necessità di dotare di servizi moderni museali le sale delle Gallerie di Arte moderna e contemporanea al piano terra del palazzo, valuta il progetto di ampliamento che ha superato la selezione del concorso internazionale, lanciato dal Comune di Ferrara e a cui hanno partecipato ben 70 studi di Architetti fra italiani e stranieri, come progetto, che non può essere considerato, da chi lo ha visto, né “particolarmente invasivo”, né come un “attentato monumentale”alla architettura dell’edificio, fra i più belli della Ferrara rinascimentale.

Tuttavia il Gruppo consiliare pentastellato biasima che non si sia potuta consultare la volontà della cittadinanza, come sarebbe, invece, stato possibile, utilizzando gli strumenti digitali della democrazia diretta, come di recente proposto dal Movimento, che nel dicembre scorso ha proposto uno studio di fattibilità per la creazione di una piattaforma digitale di consultazione della cittadinanza, che avrebbe permesso un sondaggio del tipo “ampliamento SI O ampliamento NO? Un’occasione persa, conclude il comunicato, a firma di Claudio Fochi, Alessandro Bazzocchi, Federico Balboni, Lorenzo Marcucci.

Il commento del consigliere Fochi (M5S)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 1,632 seconds.