Il nuovo Consiglio Comunale di Ferrara: 20 consiglieri di Centrodestra, 12 di opposizione, fra Centrosinistra e Cinquestelle.

E’ di oggi la proclamazione ufficiale degli eletti in Consiglio Comunale per la legislatura 20019-2024. L’elenco dei Consiglieri sottoscritto e ufficialmente reso noto dal neoeletto Sindaco, Alan Fabbri, sulla base delle verifiche a norma di legge effettuate dall’Ufficio elettorale del Comune di Ferrara sui risultati del voto del 26 maggio e del 9 giugno, disegna un’assemblea composta da 20 consiglieri di maggioranza – Centrodestra – 21 con il neoeletto sindaco Alan Fabbri, e 12 di opposizione fra area di Centrosinistra e Cinquestelle.
Ma vediamo nel merito delle singole liste, la provenienza dei consiglieri eletti. Alla Lega Salvini premier appartengono 14 consiglieri , con Giovanni Cavicchi decano della Lega nord, eletto dai tempi di Bossi fin dal 1995in Consiglio a Ferrara prima in Comune, poi in Provincia, capogruppo uscente della Lega, grazie ad Alan Fabbri corona l’antico sogno di passare al governo della città,.
la maggior parte dei consiglieri leghisti è invece di nuova nomina, sebbene alcuni volti siano già noti, Nicola Lodi, Luca Caprini e Stefano Solaroli , per la presenza a vario titolo sulle cronache politiche e sui social.
Due i consiglieri di Forza Italia, Matteo Fornasini, Segretario Provinciale, Paola Peruffo, entrambi consiglieri uscenti, ora passati dai banchi dell’opposizione a quelli della maggioranza.
Da Fratelli d’Italia viene Alessandro Balboni, consigliere uscente e giovane promessa della Destra ferrarese, che a differenza del padre senatore Alberto Balboni presente per diverse legislature sui banchi dell’opposizione, passa alle file della maggioranza.
Infine i tre consiglieri di Ferrara Cambia, la lista civica guidata da Andrea Maggi, che ha fatto breccia nell’elettorato pro Alan Fabbri, conquistandosi un sacco di voti tali da surclassare le due ormai storiche formazioni partitiche Forza Italia e Flli d’Italia.
Sul fronte dell’opposizione oltre al candidato sindaco non eletto Aldo Modonesi, sono 8 i consiglieri targati PD, tutti esperti, con alle spalle incarichi elettivi e di governo, ex assessori Deanna Marescotti, Cristina Corazzari, Caterina Ferri e la segretaria dimissionaria del PD comunale Ilaria Baraldi, la più votata del PD. Più un consigliere Dario Maresca, giovane, ma alla sua suo seconda legislatura proveniente da una delle liste in appoggio a Modonesi.
Naturalmente in Consiglio siederà dalla parte dell’opposizione anche Roberta Fusari, candidata a sindaco per il gruppo di liste + Europa Ferrara, Azione civica, coalizione civica. Infine per il Movimento Cinquestelle Tommaso Mantovani, grillino della prima ora, ambientalista convinto, candidato per i Penta stellati alla carica di Sindaco.

Restano fuori la formazione di Alberto Bova, Italia in Comune Ferrara concreta, e le altre liste civiche. Su 32 consiglieri sono 11 le consigliere, vale a dire due in più rispetto alla passata legislatura.
Scompaiono rispetto alla passata legislatura Ferrara concreta, Sinistra italiana, e Gol.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,175 seconds.