CoopReno aiuta il San Giorgio e non solo

Uno strumento che all’ospedale San Giorgio farà parte di routine della costruzione di un nuovo percorso per curare i disturbi della deglutizione che molto spesso un paziente colpito da ictus o dopo un evento post traumatico presenta. Una nuova eccellenza che riesce a fornire l’ospedale San Giorgio grazie a una mission di una cooperativa locale: la Coop Reno. Attraverso i soci infatti la cooperativa ha donato al San Giorgio tredicimila euro che sono stati utilizzati per permettere una cura più adeguata a coloro che necessitano di una riabilitazione.

Quando una persona è malata mangiar bene è importante e mangiare con gusto lo è ancora di più. Un obiettivo che si è prefissato lo staff del San Giorgio che attraverso il nuovo apparecchio sarà in grado di meglio comprendere che cos’è che limita la deglutizione in un paziente.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Castello dall’assessore alle attività produttive, Carlotta Gaiani che con il rappresentante della Lega delle Coop Ferrara, Andrea Benini ha voluto sottolineare l’importanza che può avere la cooperazione per il welfare locale. La donazione di Coop Reno infatti fa parte di una strategia più ampia che mira a salvaguardare due capisaldi della comunità emiliano-romagnola oggi messi pesantemente in discussione dalla crisi: la sanità e la scuola…I tredici mila euro sono stati raccolti grazie al recupero dei punti accumulati con le carte in possesso da ogni socio. Punti mai utilizzati che hanno permesso di trasformarli in donazione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=50a66e75-d286-479e-b39c-62e82bfd2d94&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,238 seconds.