COPPA ITALIA: Spal-Prato 3-2 (dopo supplementari)(tempi regolamentari 2-2) – VIDEO HIGHLIGHTS

image

8′ Gentile rigore, 53′ Di Quinzio, 79′ Pasa, 94’Malotti, 113′ Veratti rigore) Telecronaca, ore 14.30 e 23.10, Teleferrara Live ch 188

SPAL: Albertoni, a Ferretti, Rosina, Bellemo, Aldrovandi, Silvestri(19’s.t. Laquaglia), Finotto(43’s.t. Scarpi), Gentile, De Cenco, Di Quinzio(13’s.t. Landi), Veratti. All. Brevi
PRATO: Ivusic, Bandini, Eguelfi(25’s.t. Martinelli), Bengala, Matteo, Miccinesi(32’s.t. Chelini), Gabbianelli, Pasa, Ogunseye, Fanucchi, Fofana(41’s.t. Malotti). All. Esposito
Arbitro: Perotti di Legnano

Al 37′ Ivusic respinge un rigore calciato da De Cenco.

Espulso Chelini(prato) al 109′.

[flv image=”http://www.telestense.it/img-video/brevi-diquinzio-coppa.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/brevi-diquinzio-coppa.mp4[/flv]

Sotto una pioggia battente e su un terreno al limite della praticabilità la Spal, dopo 120′, ha superato, 3 a 2 il Prato. I due tecnici Brevi ed Esposito hanno dato spazio ai giocatori ultimamente meno utilizzati. In casa Spal, oltre a Silvestri, anche Di Quinzio e Gentile, hanno dimostrato di meritare la giusta considerazione, così come Finotto, seppur non molto continuo. Meglio avrebbero potuto fare De Cenco e Veratti. Risultato sbloccato all’8′ quando Gentile trasformava un rigore, concesso per un tocco di Bengalà, che intercettava con un braccio un cross dell’ex centrocampista del Savona. Al 37′ ancora Gentile protagonista, incursione in area e contatto con Pasa, giudicato falloso dal direttore di gara che concedeva alla squasdra di Brevi il secondo penalty. Dopo essersi conteso il pallone con Veratti, sul dischetto andava De Cenco che però si faceva respingere la conclusione, non impeccabile, da Ivusic. Il raddoppio ferrarese arrivava comunque all’8′ della ripresa, grazie ad un bolide di Di Quinzio, che spediva il pallone all’incrocio dei pali, non lasciando scampo al portiere ospite. Gara che sembrava chiusa con gli spallini che chiaramente abassavano la guardia, mentre il Prato, spronato anche da una cinquantina di tifosi al seguito, non avendo più nulla da perdere, si gettava all’arrembaggio. Dopo un paio di salvataggi di Albertoni, in particolare reattivo a deviare sul palo una conclusione ravvicinata di Ogunseye al 23′, al 34′ l’undici di Esposito riapriva il match con Pasa che, in mischia, su azione originata da un calcio d’angolo, non si lasciava sfuggire l’occasione per accorciare le distanze. Prato che ci credeva ed al 4′ di recupero trovava il meritato pareggio con un rasoterra del nuovo entrato, il diciassettenne Malotti, costringendo tutti, compresi i 176 stoici spettatori paganti, a rimanere un’altra mezz’ora al freddo e sotto la pioggia. Nei supplementari la Spal tornava a prendere il sopravvento, ma Verratti, al 13′ dimostrava che per lui non era proprio serata, si faceva respingere da Ivusic un pallone che sembrava solo da spedire in rete. Dopo l’espulsione di Chelini, che lasciava il Prato in inferiorità numerica negli ultimi 10′, toccava a De Cenco imitare il suo compagno di reparto, prima calciando sul portiere toscano e sulla ribattuta, a porta sguarnita colpendo il palo, originando però una mischia che si concludeva con una spinta di Pasa su Scarpi, che induceva l’arbitro a puntare, per la terza volta, l’indice sul dischetto. Nella circostanza, seppur con in piccolo brivido, perchè Ivusic arrivava sul pallone, Veratti faceva centro regalando alla Spal vittoria e passaggio di turno. Nei quarti di finale la squadra di Brevi affronterà il Bassano, che ha superato in trasferta il Feralpi Salò, 5 a 4 ai calci di rigore, dopo che tempi regolamentari e supplementari si erano chiusi sul 2 a 2. Anche per questo turuno si giocherà una gara unica ad eliminazione diretta. Sarà il sorteggio a stabilire se la partita sarà disputata a Ferrara o a Bassano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
130 queries in 1,907 seconds.