Moglie e figlia si chiudono in bagno per sfuggire alle violenze del marito

carabinieri violenza donneAncora un caso di violenza sulle donne a Copparo.

Il secondo in un paio di giorni, a distanza di tre settimane dall’omicidio di Cinzia Fusi commesso dal proprio compagno.

Secondo i carabinieri, sabato scorso alla mattina ad Ambrogio, frazione di Copparo, una donna di 25 anni sarebbe stata picchiata dal marito, copparese di 31 anni, coppia sposata da sette anni: la moglie, insieme alla figlia minorenne, si sarebbe chiusa a chiave in bagno per fuggire dalle violenze e l’uomo avrebbe scatenato la sua ira anche contro la porta.

Immediato l’intervento dei carabinieri, chiamati dalla 25enne, i quali avrebbero trovato l’uomo agitato e la donna impaurita: secondo i militari, la 25enne aveva vistosi alle braccia e una ferita sanguinante alla bocca, segni di una aggressione recente. Accompagnata all’ospedale di Cona, si rimetterà in sette giorni. La figlia invece era sotto shock.

Madre e figlia avrebbero abbracciato i carabinieri per ringraziarli dell’intervento tempestivo: per i militari, l’uomo avrebbe picchiato la donna sia sabato ma anche venerdì, e ora indagano su altre violenze probabilmente ripetute nei giorni scorsi.

La moglie ha denunciato il marito, portato dai carabinieri in carcere in via Arginone a Ferrara, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. E i militari, ancora una volta, alla luce di questo episodio, rinnovano l’invito a denunciare sempre le violenze subite.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
141 queries in 1,618 seconds.