Copparo, arrestato il figlio e denunciato il padre. Entrambi sotto effetto alcol

Dapprima il figlio, arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate, poi il padre, denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica. E’ quanto successo la scorsa nottata a Copparo.

I carabinieri, nel corso di un controllo nei confronti di un 23enne, di origine moldava, già sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali, e con obbligo di permanenza ai domiciliari dalle ore 21 sino alle sette del mattino, sono stati spintonati dal giovane contro la porta per evitare che entrassero nell’abitazione.

Portato in caserma il giovane, in evidente stato di agitazione dovuto all’eccessivo uso di bevande alcoliche, ha colpito due militari che hanno riportato traumi e per questo motivo è stato arrestato. Ed ora si trova ai domiciliari in attesa dell’udienza

Mentre accadeva tutto questo un’altra pattuglia dei carabinieri ha denunciato, in stato di libertà, un uomo mentre era alla guida dell’autovettura perché si era rifiutato di sottoporsi all’accertamento etilometrico. L’uomo, la cui patente è stata ritirata, è il padre del 23 enne e si stava recando in caserma per protestare l’arresto del figlio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,623 seconds.