Courbet: successo di pubblico, ora “Boldini e la moda” – VIDEO

Si è conclusa con un bilancio positivo la mostra “Courbet e la natura”, tenutasi a Palazzo Diamanti.

Questa mattina, sono stati presentati i dati in una conferenza tenutasi in Comune.

 

 

Oltre 76.000 visitatori in 107 giorni di apertura, per una media giornaliera di 711 biglietti staccati al giorno, un indice di gradimento del 98,54% ed il “sold out” del catalogo pochi giorni prima della fine della manifestazione.

Numeri importanti e di indubbio successo per “Courbet e la natura”, l’esposizione di Palazzo Diamanti, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, che ha chiuso i battenti lo scorso 6 gennaio e di cui si è tracciato un bilancio in una conferenza stampa, tenutasi in Comune, alla presenza del sindaco Tiziano Tagliani, del vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto e della direttrice delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea Maria Luisa Pacelli insieme alla curatrice dell’attività didattica Chiara Vorrasi.

Apprezzamento del pubblico è andato anche alla rassegna Offside, uno spazio espositivo che completava la mostra e dove sono state presentate le personali di Flavio De Marco ed Eva Jospin, due artisti che si interrogano da tempo su aspetti centrali dell’opera di Courbet.

L’interessamento verso le opere del maestro francese, tornate a distanza di 50 anni, è stata valorizzata inoltre dal web e dai social che hanno registrato un raddoppio dei follower di Palazzo Diamanti.

Si è trattata di una esposizione che ha attratto molto pubblico da fuori provincia: soltanto il 15% dei visitatori è stato di provenienza ferrarese, mentre Bologna si è assestata attorno al 20% e, complessivamente, si è raggiunta la percentuale dell’85% di visitatori extra-estensi, con conseguenti benefici per il turismo in città. Ora l’attesa è per “Boldini e la moda”, la nuova mostra curata da Barbara Guidi con la collaborazione di Virginia Hill, che si terrà a Palazzo Diamanti dal 16 febbraio al 2 giugno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
133 queries in 1,353 seconds.