Ferrara, dipinti all’ippodromo: consigliere chiede dove sono

Il capogruppo Lega nord della Regione Emilia-Romagna, Mauro Manfredini, ha chiesto alla Giunta di appurare la sorte di un bronzo e di alcuni dipinti che secondo alcune testimonianze mancherebbero nell’inventario del Centro regionale di incremento ippico di Ferrara, del quale è stata decisa la chiusura.

“L’inventario – sottolinea – descrive soltanto due bronzi (il Monumento a Colleoni e il Maestoso Bonavia), ma mancherebbe un lanciere a cavallo della Prima Guerra Mondiale, alto 15 centimetri, da sempre visibile sul tavolo del direttore del Centro”.

Inoltre, prosegue, “dal verbale di ricognizione PG.2012.0143418 dell’11 giugno 2012 risultano censiti otto (8) dipinti ad olio, quando alla fine del 2011 ne sarebbero stati presenti almeno venti (20), in particolare una dozzina a firma di Scaccia Scarafoni raffiguranti cavalieri ed equini ai quali va aggiunta una stampa dei primi del Novecento in cornice, che ritrae San Giorgio a cavallo”.

Alla Giunta regionale Manfredini chiede come mai quei dipinti, seppur probabilmente di valore modesto, “non siano stati inventariati”, rilevando che se venissero recuperati potrebbero comunque “essere messi all’asta”.

(ANSA)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 1,443 seconds.