Due ventenni muoiono in un incidente

Un impatto tremendo, frontale, contro un platano, che non ha lasciato scampo a due giovani studenti. Francesco Melloni di 20 anni di Finale Emilia, verso le 8 e 30, stava guidando una Kia Rio sulla via Finalese in direzione Cento.

A bordo con lui c’erano due amici e la fidanzata, tutti studenti di una scuola superiore di Finale. Secondo le prime ricostruzioni dei vigili urbani di Cento, ad un certo punto il giovane avrebbe perso il controllo dell’auto andando a sbattere contro l’albero che costeggia la strada.

Uno schianto fatale che ha ucciso sul colpo il giovane autista e il suo amico, Saverio Mantovani di 19 anni di Finale Emilia, che era seduto accanto a lui. Alcuni passanti si sono fermati per prestare i primi soccorsi ma l’auto era accartocciata attorno al tronco dell’albero.

In auto, sui sedili posteriori, c’erano anche un ragazzo di Finale Emilia di 21 anni e la fidanzata del conducente, di 16 anni. Il giovane è riuscito a uscire subito dopo l’impatto riportando ferite lievi mentre la ragazza è rimasta intrappolata tra le lamiere. I vigili del fuoco hanno impiegato un’ora e mezza per liberarla. Anche lei non ha riportato ferite gravi.

I soccorritori del 118 invece non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dei due giovani seduti sulla parte anteriori dell’auto. Dai primi rilievi della Polizia municipale, non ci sarebbero segni di frenata sull’asfalto, reso scivoloso dalla pioggia. Probabilmente Melloni avrebbe fatto tutto da solo. Sulla via Finalese non è la prima volta che accadono degli incidenti.

Una settimana fa, cento metri prima del luogo dell’incidente di questa mattina , una donna uscì di strada abbattendo il recinto di una casa. Secondo gli abitanti delle zona, il Comune dovrebbe installare dei velox in quel tratto di strada dove gli automobilisti passano spesso troppo velocemente.

[flv image=”http://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/04/01incidente-300×225.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120414_01.flv[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,097 seconds.