Eletti e rieletti, le priorità dei sindaci: Tresigallo e Portomaggiore

Brancaleoni

Andrea Brancaleoni

Si sono già messi al lavoro i sindaci eletti nella tornata amministrativa del 5 giugno scorso.

A Tresigallo, il nuovo sindaco Andrea Brancaleoni – primo sindaco non di sinistra del dopoguerra – spiega: “l’elezione mia e della mia lista rappresentano un cambiamento epocale per Tresigallo. La nostra priorità è capire su quali risorse può effettivamente contare il Comune,e quindi quali progetti possiamo impostare a breve”.

“Di certo – aggiunge Brancaleoni – dal vicesindaco, agli assessori, ai consiglieri eletti nella mia lista, tutti lavoreranno a titolo gratuito, rinunceranno alle proprie indennità e i soldi risparmiati dal comune saranno convogliati su iniziative di pubblica utilità. Prima tra tutte, sostenere l’asilo nido” Altra priorità, la fusione con con Formignana e Jolanda di Savoia: “ho già cominciato a prendere contatti con i sindaci degli altri due comuni” conclude Brancaleoni.

Nicola Minarelli

Nicola Minarelli

A Portomaggiore invece, Nicola Minarelli, sindaco rieletto, opera nel segno della continuità: “non abbiamo un programma dei primi cento giorni – spiega – I nostri elettori hanno premiato la continuità, i risultati che abbiamo ottenuto nei precedenti cinque anni di mandato amministrativo”. In ogni caso, alcune scadenze a breve ci sono: “stiamo portando avanti – spiega Minarelli – un piano di opere pubbliche, e tre breve realizzeremo la nuova scuola materna di Gambulaga. Stiamo inoltre lavorando per valorizzare l’area del Persico, che sarà un’importante risorsa per nuovi insediamenti produttivi”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
136 queries in 1,192 seconds.