Elezioni sindaco, lo sport accende il dibattito

Primo confronto tra gli otto candidati a sindaco di Ferrara: l’incontro si è tenuto lunedì sera, presso la birreria Hangar di Factory Grisù. Ad organizzare l’evento, che ha visto la collaborazione di Telestense, è stata la Uisp, che non a caso ha concentrato sullo sport le tematiche su cui si sono raffrontati i politici.

Protagonisti della serata Tommaso Mantovani per il Movimento 5 Stelle, Giorgio Massini di Ferrara Libera, Andrea Firrincieli di InnovaFe, Alan Fabbri della Lega come candidato unico del centro-destra, Aldo Modonesi del PD e sostenuto da tre liste civiche, Francesco Rendine di GOL, Roberta Fusari di Azione Civica ed Alberto Bova di Italia In Comune – Ferrara Civica.

Numeroso il pubblico intervenuto per seguire non solo le tematiche affrontate, ma anche il primo raffronto pubblico tra gli otto candidati che, con toni pacati, ad eccezione di qualche occasionale scintilla, hanno parlato del rapporto tra lo sport e la città, analizzando quello che è stato fatto finora ed avanzando proposte.

Durante la presentazione, i candidati hanno raccontato il loro personale rapporto con lo sport, con una schiacciante prevalenza di ex-calciatori, per lo più a livello amatoriale, ma anche con ex-praticanti di basket e volley, fino a coloro che ancora oggi occasionalmente si dedicano alla corsa. Per lo più, tuttavia, si tratta di ricordi legati al passato.

Tutti casomai hanno dichiarato di condividerne i valori di inclusione, integrazione, educazione alle regole e alla vita di relazione, di prevenzione e di promozione della salute in ogni momento della vita, fino alla tarda età. Sullo sfondo di una Ferrara dinamica e in movimento, l’elenco dei problemi e dei punti di forza per migliorare i rapporti fra amministrazione e società sportive, con l’impegno di condividerne con continuità i problemi, dalla sicurezza degli impianti, alla burocrazia, ai costi di attività.

Al termine della serata, anche i suggerimenti e le richieste di alcuni soci UIPS, che hanno affrontato temi delicati quali inclusione e discriminazione. Argomenti su cui i candidati hanno mostrato attenzione e che sono stati un primo spunto per un eventuale approfondimento, su cui si potrà tornare in altri confronti che non mancheranno da qui al 26 maggio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
135 queries in 1,397 seconds.