Entella – Spal: le pagelle di Beppe

Voti alti per tutti. Cremonesi e Lazzari i top


MERET 6,5. Nel primo tempo viene impegnato da Tremolada prima e da Ceccarelli successivamente, ed in entrambi i casi non si fa sorprendere bloccando con sicurezza la conclusione. Secondo tempo da spettatore.
BONIFAZI 6,5. Mezzo punto in meno per un paio di palle perse per eccesso di sicurezza, non inficiano una prestazione che si allinea con lo straripante stato di forma che sta attraversando. Nel finale irride il ligure Palermo con una finta che stende a terra l’avversario

VICARI 7. D’accordo l’inferiorita’ numerica, ma i temuti attaccanti dell’Entella sono stati totalmente annullati da un reparto arretrato ottimamente orchestrato dall’ex novarese.

CREMONESI 7,5. Parte sparato stazionando stabilmente nell’area avversaria, rendendosi ripetutamente pericoloso nelle prime fasi di gioco. Indirizza la partita provocando il rigore con conseguente espulsione e superiorità numerica. Decisivo.

LAZZARI 7,5. Spesso criticato per la poca lucidità nel rifinire il lavoro svolto, in questa occasione, invece, sbalordisce tutti, pennellando due perfetti cross dalla fascia per le finalizzazioni di Mora e Costa. Esce anticipatamente per evitare il consueto cartellino giallo che avrebbe privato la Spal a Verona del miglior esterno del campionato.

COSTA 7. Continuo e arrembante sulla corsia sinistra, si toglie anche la soddisfazione di segnare il primo gol da professionista. Bravo e puntuale nel deviare di testa in rete il cross di Lazzari.

ARINI 6,5. Ottimo rientro per il mediano che si conferma pedina importantissima sia in fase di impostazione che difensiva. Con lui in campo la difesa è più protetta, e rischia sempre pochissimo…Sarà un caso?
SCHIATTARELLA 6,5. Sempre nel vivo del gioco, prova in diverse circostanze anche la via del gol, ma le sue conclusioni vengono rimpallate dalla difesa avversaria. Finisce con i gradi di capitano.

MORA 7. Autentico uomo ovunque, buono per qualsiasi situazione… Se poi diventa anche realizzatore, ecco spiegarsi perché ogni allenatore avversario lo cita come uno dei principali artefici dell’ottimo campionato dei biancazzurri. La “spizzata” di testa che è valsa il raddoppio, è una rete da attaccante vero.

FINOTTO 6,5. Tocca a lui sostituire Antenucci, e non delude. Gli manca il gol che cerca in diverse occasioni senza mai riuscire a centrare lo specchio della porta. Bravo a proporsi e a duettare con Floccari.

FLOCCARI 7. Tre reti in quattro gare sono un bottino eloquente, a dimostrazione dell’importanza dell’acquisto di questo attaccante di sicurissimo affidamento. Nessuna esitazione a presentarsi sul dischetto per una trasformazione perfetta. Bravo a proporsi in avanti, senza disdegnare i rientri difensivi in aiuto ai compagni.

SCHIAVON 6,5. Schierato sulla fascia destra in luogo di Lazzari dopo una decina di minuti della ripresa; partecipa attivamente alla gestione del pallone nella passerella del secondo tempo.

CASTAGNETTI 6,5. Detta i tempi nel finale di partita, quando i ritmi sono ormai molto bassi. Nella splendida serata di Chiavari c’è anche il suo contributo.

ZIGONI 6,5. Poco più di un quarto d’ora per lui, sufficiente per sfiorare il poker, ma il portiere gli nega il gol.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
152 queries in 1,141 seconds.