Errore in sanità: nuova legge sulla responsabilità professionale dei medici, il convegno all’ospedale di Cona

Con la firma di Sergio Mattarella, il 28 febbraio scorso, è stato licenziato dal Parlamento il testo di legge sulla responsabilità professionale degli operatori della Sanità e il diritto alla sicurezza delle cure per i pazienti.

Una legge attesa da dieci anni al centro oggi del convegno organizzato al polo ospedaliero di Cona, cui è intervenuto l’on. Federico Gelli, relatore della legge per la commissione Affari Sociali della Camera.

Una legge attesa da dieci anni, una svolta storica per la sanità italiana, quella approvata il 28 febbraio scorso, di cui è stato relatore in Commissione parlamentare l’onorevole Federico Gelli, medico, specializzato in Sanità pubblica già Direttore Sanitario del Presidio Ospedaliero di Firenze Centro. Se ne è parlato oggi a Ferrara nel convegno rivolto a professionisti della sanità, medici e avvocati, che si è tenuto al Polo ospedaliero di Cona, sul tema della responsabilità professionale dei medici e che ha visto l’intervento dei massimi dirigenti della Sanità ferrarese. Ecco secondo Federico Gelli le principali novità introdotte dalla nuova legge. (cfr. intervista video)

Un provvedimento che promette di dare risposta a due problematiche: la mole del contenzioso medico legale, che ha causato un aumento sostanziale del costo delle assicurazioni per professionisti e strutture sanitarie, e il fenomeno della medicina difensiva che ha prodotto un uso inappropriato delle risorse destinate alla sanità pubblica.

I commenti del Direttore generale dell’Azienda ospedaliera universitaria Sant’Anna Tiziano Carradori, del Direttore Generale dell’Ausl di Ferrara, Claudio Vagnini, della giornalista de Il Fatto Quotidiano,Barbara Cataldi. (cfr. video interviste).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,392 seconds.