EUYO in concerto a Ferrara – VIDEO

Un inedito concerto di fine estate applauditissimo, quello che ha portato in scena al Teatro Comunale di Ferrara, sabato 25 agosto, in contemporanea con l’ultimo week end del Ferrara Buskers Festival, l’Orchestra giovanile Europea: un evento che conferma la vocazione musicale di Ferrara nell’anno dedicato dall’Unione Europea alla cultura.

 

 

Fondata 43 anni fa dal maestro Claudio Abbado L’european Union Youth orchestra che, dopo la Brexit, ha trovato casa a Ferrara per gli anni dal 2018 al 2020 in virtù dell’accordo firmato nel dicembre scorso tra il Ministero dei Beni e delle attività culturali e allora anche del turismo, la RAI Radio televisione italiana, il Comune di Ferrara e la EUYO stessa, ha avviato con il concerto di sabato 25 agosto la stagione concertistica 2018/9 di Ferrara Musica. Il concerto, che ha visto il tutto esaurito al Teatro Comunale Abbado, ha dato la possibilità ai ferraresi e ai musicofili italiani di incontrare ancora una volta in anteprima i giovani talenti dell’Orchestra giovanile europea, che si sono esibiti in un programma che ha riscosso l’entusiasmo e gli applausi del pubblico, dal Divertimento per orchestra di Leonard Bernstein, al Concerto n.2 per pianoforte e orchestra di Chopin alla Sinfonia n.5 di Chajkovskij.

euyoLa European Union Youth Orchestra che il britannico Guardian ha descritto come un’orchestra “che ha un modo di suonare avvincente, inebriante, coinvolgente, energico”, è stata definita da Jean-Claude Juncker, Presidente delle commissione Europea come «il miglior ambasciatore possibile per l’Unione Europea».

L’orchestra ha lavorato con molti dei migliori musicisti del panorama internazionale, come Daniel Barenboim, Leonard Bernstein, Sir Colin Davis, Herbert von Karajan, Svlatislav Rostropovich e in particolare con i suoi tre direttori musicali e direttori principali: il direttore d’orchestra – e fondatore della EUYO – Claudio Abbado, l’ex direttore musicale Vladimir Ashkenazy, l’ex direttore musicale e attualmente Conductor Laureate Bernard Haitink, e l’attuale direttore principale Vasily Petrenko.

Nell’anno dedicato dall’Unione europea alla cultura in tutte le sue molteplici manifestazioni, la presenza a Ferrara dello Euyo mette in luce l’impegno della città a ritenere l’investimento in cultura uno dei pilastri su cui fondare sia la crescita di una comune coscienza europea sia la crescita della cultura musicale di un pubblico giovane, a contatto con una formazione concertistica fatta di straordinari talenti giovanili.

Sul podio per questa anteprima che ha messo in scena, dopo il concerto, un inedito mix con il Ferrara buskers festival Gianandrea Noseda, riconosciuto come uno dei più importanti direttori d’orchestra della sua generazione , premiato nel 2015 e 2016 come miglior direttore dell’anno, prima dalla rivista Musical America, poi dagli International Open Awarda . Con la Euyo anche uno straordinario pianista, il giovane coreano Seong Jin Cho , vincitore del Concorso Chopin di Varsavia nel 2015.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 2,749 seconds.