Ex zuccherificio Comacchio, Sipro e Petroltecnica sospendono il progetto

“Non c’era nessun pericolo di creare una discarica abbellita”: Sipro risponde così alle affermazioni di Lega e M5S riguardo il futuro dell’area dell’ex zuccherificio di Comacchio.

“A seguito del clamore che negli ultimi mesi si è creato intorno al progetto di rinaturalizzazione dell’area dell’ex zuccherificio, Sipro e la società Petroltecnica, di comune accordo, hanno deciso di rescindere l’accordo e sospendere, per il momento, la realizzazione del progetto” spiega in un comunicato stampa l’Amministratore unico di Sipro, Paolo Orsatti

“Il progetto, puntualizza Sipro, aveva ricevuto il consenso di tutti gli enti competenti (Arpae, Ente Parco Delta del Po, Comune di Comacchio) e aveva previsto un piano di monitoraggio ambientale adeguato alla valenza del sito. I rapporti tra le due società continuano ad essere ottime. Petroltecnica prosegue la sua attività presso lo stabilimento in Area Sipro ad San Giovanni di Ostellato. Inoltre Petroltecnica, contrariamente a quanto riportato dai media, non ha presentato alcun nuovo progetto in merito a tale area.

“Negli ultimi due mesi Sipro ha incontrato più volte i rappresentanti di ASOER e Legambiente rendendosi totalmente disponibile a valutare nuovi progetti di valorizzazione dell’area dell’ex zuccherificio. Attualmente è stata presentata l’intenzione da parte dei vari interlocutori di candidare un intervento a finanziamenti regionali, per i quali Sipro non risulta essere soggetto beneficiario ammissibile, ma non è stato ancora proposto alcun progetto completo e alternativo a quello di Petroltecnica. Nel contempo, per agevolare la pianificazione di tale intervento legato alle due associazioni promotrici, Sipro ha provveduto a predisporre ogni procedura a supporto di tale nuova progettualità.

“Sipro conferma la volontà di individuare progetti di riqualificazione dell’area dell’ex zuccherificio e di essere disponibile a dialogare con tutti i soggetti che presenteranno concrete proposte di sviluppo.

One Comment

  1. Pingback: Ex zuccherificio Comacchio, 'Comitato no discarica': "L'ultima parola spetta alla Regione" – Telestense

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
135 queries in 1,099 seconds.