La rinascita della musica dal vivo nei locali di Ferrara – VIDEO

I locali ferraresi puntano alla musica dal vivo.

Partirà a febbraio il nuovo festival “Juke Joint”.

 

 

La rinascita della musica dal vivo: così è stato definito “Juke Joint”, marchio di un progetto che, con 60 concerti tra il 14 febbraio e il 3 marzo del prossimo anni, periodo notoriamente scarso di eventi pubblici e di iniziative di animazione culturale, porterà la musica dal vivo in numerosi locali della città.

juke jointDiverse associazioni di categoria come Cna e il Comune di Ferrara, che stanzierà a sostegno del progetto poco più di 24 mila euro tra il 2018 e il 2019, saranno al fianco dei proprietari di locali che accoglieranno i musicisti. Anche questi ultimi parteciperanno economicamente all’iniziativa, e i termini per partecipare rimarranno aperti fino a venerdì. Il primo evento, per capire meglio che cos’è “Juke Joint”, sarà mercoledì prossimo 19 dicembre, a partire dalle ore 18,30, al’l’Osteria dal 1997 di via De Romei.

Possibilità di aderire, per i locali, fino al 21 dicembre.

Locali aderenti

Clandestino; Antica Osteria; Giori/Tiffany; Pulcinella; Il Ciclone; Hangar (Grisù); Bolognesi;  555 Corte del Maxim, Nonno Umberto, Osteria dal 1997

Direzione artistica

AMF;  DocServizi; Sonika, ass.ne don gregorio e ass.ne jazzlife. Arci Bolognesi, Jazz Club, Gruppo dei 10, Roots Music.

One Comment

  1. giangino berna says:

    dopo anni che sono transitati per ferrara i migliori gruppi del pianeta…..è proprio cosi, tra gestori che facevano la guerra per non essere vessati da siae, vicinato, associazioni varie ……adesso correte ai ripari con questa trovata e a bandiera sventola non il vecchio ma l’antico addirittura. siete vergognosi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,150 seconds.