Ferrara Buskers Festival, ridotto e con artisti in streaming

Come anticipato a Telestense qualche settimana fa da Telestense, il Ferrara Buskers Festival, rassegna internazionale del musicista di strada, conferma la sua 33/a edizione, facendosi portavoce “del messaggio di speranza che forse solo la musica e il suo desiderio di partecipazione riesce a dare”.

Ma a causa dell’emergenza coronavirus, subirà tuttavia modifiche, a partire dalla sua lunghezza, ridotta a cinque giorni, dal 26 al 30 agosto.

E dal fatto che alcune esibizioni saranno in streaming.

Stefano Bottoni, ideatore e direttore artistico, e Rebecca Bottoni, presidente della manifestazione, hanno pensato a un programma più snello, “che tenesse conto di alcune limitazioni di fruizione, per garantire l’assoluta sicurezza degli artisti e del pubblico”. La ‘limited edition’ non farà a meno di gruppi italiani che suoneranno dal vivo, ma i musicisti stranieri che non potranno partecipare eseguiranno i loro brani in streaming, permettendo al pubblico, in modo virtuale, di fare un giro del mondo musicale, interagendo in tempo reale con essi, grazie alle piattaforme social di Ferrara Buskers Festival.

(ANSA)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,487 seconds.