Ferrara, Covid-19: a 4 mesi dall’emergenza Argenta paga il tributo più alto di vittime

sanità ospedaleSono passati quattro mesi da inizio emergenza, da quel venerdì 21 febbraio quando si annunciava ufficialmente il paziente numero 1 a Codogno. Ferrara e la sua provincia sono state ‘risparmiate’ da uno tzunami che ha messo in ginocchio molte aree del nord e del centro Italia.  Ciò nonostante anche nella provincia estense si piango ad oggi 164 morti per complicanze da Covid-19: Novantadue (92) donne e settandadue (72) uomini.

A pagare il tributo più alto è sicuramente il comune di Argenta con 39 decessi, di cui 29 ospiti di tre strutture residenziali: 20 erano ospiti della casa di Riposo ‘Beneficienza Manica’ di Argenta; altri 7 di Villa Aurora a San Nicolò ed altri 2 ospiti del centro La Fiorana di Argenta

Poi c’è il comune di Ferrara che piange 27 vittime, di cui una ospite della Casa di Cura Malacarne di Corso Giovecca

Venti le persone vittime da complicanze da coronavirus nel Comune di Cento, di cui tre erano ospiti nelle strutture residenziali, mentre a Codigoro di vittime se ne piangono 17: di queste 11 provenivano dal Centro Residenza Anziani -Cra Alma

Comacchio piange 11 vittime, di cui due provenienti dall’Hospice di Codigoro; Il Comune di Fiscaglia di vittime ne piange 7 di cui 4 erano ospiti in strutture residenziali.

Sei (6) le vittime a Terre del Reno; cinque (5) i decessi nei comuni di Portomaggiore e Poggio Renatico (di cui 3 erano ospiti della Casa Famiglia ‘Le tre sorelle’)

Quattro le vittime che si contano sia Bondeno che a Mesola. Tre vittime nei comuni di Copparo, Goro, Jolanda di Savoia, Ostellato e Voghiera

Due vittime da covid-19 si piangono nel comune di Riva del Po, una nei comuni di Tresignana e Vigarano Mainarda.

Nessuna vittime invece nei comuni di Masi Torello e Lagosanto, comune quest’ultimo dove si trova il Delta trasformato per l’emergenza in ospedale Covid

Alle 164 vittime se ne aggiungono altre 13 non residenti in provincia di Ferrara ma decedute negli ospedali o sul territorio ferrarese: 12 residenti in altre province emiliano romagnole ed una fuori regione. Portando così a 177 il numero di vittime registrate da inizio emerenza

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
144 queries in 1,670 seconds.