Fiammata dalla bombola vicino all’abbazia: ragazzo grave – FOTO

imageUn ferito grave e tre ustionati è questo il bilancio del pomeriggio di fuoco e paura vissuto a Pomposa. Lo scoppio di una bombola a gas, verificatasi alle 13,20 di ieri, all’interno di un box utilizzato dai commercianti ambulanti nell’area attrezzata a parcheggio posta al servizio del complesso abbaziale di Pomposa, ha scosso la festosa normalità del momento.

Ad avere la peggio la famiglia che gestisce l’attività di piadineria-friggitoria del chiosco, soprattutto il figlio dei titolari, un 23enne trasportato in elicottero al Bufalini di Cesana con ustioni sul 30% del corpo. A Cona invece è stata trasportata la madre del giovane, le sue condizioni non sono gravi, così come lievemente feriti sono rimasti il padre ed una coppia di fidanzati che si trovavano nei pressi del chiosco.soccorsi pomposa

Dopo l’esplosione si è sprigionato un incendio che ha completamente distrutto il box. L’area interessata dallo scoppio e dall’incendio è stata messa in sicurezza e sotto sequestro dai Cababinieri della Stazione di Codigoro intervenuti tempestivamente al pari della Polizia Stradale. Ma la vicenda poteva andare anche peggio in quanto era stata grande la partecipazione della gente nel comparto, dovuta alla concomitante Rievocazione storica medioevale. Sul posto è accorsa anche il sindaco di Codigoro, Rita Cinti Luciani per verificare di persona l’accaduto e la tempestività degli interventi di soccorso. Nel pomeriggio, a seguito di tale grave episodio, il sindaco ha disposto la sospensione di ogni ulteriore manifestazione connessa al programma della Rievocazione.  

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,331 seconds.