“E’ caduto un baobab”: il saluto commosso di don Celestino al prof. Gianni Cerioli – VIDEO

Il figlio Tito, affranto, seduto accanto alla bara del padre, Antonia, la compagna di una vita, poco più in là, i famigliari, tanti amici e tanti  conoscenti, un pò dentro la chiesa, molti sul sagrato, all’ombra degli alberi,  che circondano la chiesetta di Coronella, e che hanno reso meno afoso questo pomeriggio di fine maggio.

Tante persone, tutti alla distanza di sicurezza, tutti con mascherine e in qualche caso i guanti protettivi. Coronella, Poggiorenatico, rappresentata dal Sindaco Daniele Garuti, Ferrara hanno dato oggi l’ultimo saluto alla figura terrena di Gianni Cerioli, ricordato con una omelia piena di ammirazione umana e di cristiana pietas dal parroco Don Celestino.

“Nella mia terra, ha esordito il sacerdote, quando muore un uomo considerato un grande dalla sua comunità, come era considerato Gianni, si dice che  è caduto un baobab, un grande albero, frondoso, generoso di ombra , di frutti , ricco di proprietà benefiche, offerte silenziosamente  a chi gli è stato  vicino per un tempo breve o a lungo”.

E’ stata questa metafora, che ha incantato i presenti in chiesa,  evocando la generosità con cui Gianni Cerioli ha attraversato la vita dedicandosi con vera passione civile all’insegnamento, alla cultura, all’arte,  alle mille iniziative, in cui ha sempre offerto i tesori di una cultura che spaziava quasi in ogni campo del sapere.

Una omelia, quella di Don Celestino,  che ha messo in secondo piano, per qualche istante,  nelle tante testimonianze ammirate apparse sula stampa e nei media,  citate da Don Celestino, l’irrituale colpo d’occhio di una cerimonia funebre celebrata davanti ad una comunità di amici  resi irriconoscibili l’uno all’altro dalle mascherine anticoronavirus, ma che hanno voluto esprimere, il loro affetto per Gianni Cerioli e stringersi attorno alla famiglia, in un momento, comunque, difficile e strano come questo, pur nel disagio di doversi parlare soltanto con lo sguardo, ma nel rispetto  delle misure di auto ed etero-tutela imposte dall’epidemia.

Dalia Bighinati

One Comment

  1. Gian Carla Libanori says:

    Ciao Gianni ti mando un abbraccio forte mi mancherai

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
140 queries in 1,160 seconds.