Gioco di pessimo gusto: accade in pullman dopo scuola

bullismo

Un gioco di pessimo gusto, un bulletto che dà ordini, compagni che ridono e scattano video. Accade in pullman, mentre si va o si torna da scuola

Arriva via email da un mittente anonimo la denuncia corredata di video, di un gioco di pessimo gusto fra i ragazzi a bordo di un pullman, che l’anonimo mittente dice adibito al trasporto pubblico. Un mezzo che porterebbe gli studenti a scuola percorrendo la strada fra Codigoro – Lagosanto ed Estensi – Lagosanto. Il video pubblicato su Facebook, poi censurato, racconta una storia di prepotenze mascherate da scherzo ai danni di un ragazzo che a torso nudo e con il viso dipinto da un compagno che lo istiga sorridendo a urlare e a battersi il torace, va accanto all’autista, emette un urlo , sull’onda del tifo dei compagni e se ne torna immediatamente a sedere. Una scena ripresa da un cellulare per realizzare un video da postare su face book. Un video molto cliccato e che attira l’attenzione di chi provvede a denunciare l’abuso alle redazioni.

I ragazzi sono evidentemente minorenni, maschi e femmine su un pullman dove sembra non esista nessuno in grado di esigere un comportamento civile e corretto. Chi denuncia, ha fatto bene e ha tutta la nostra approvazione. La denuncia noi l’abbiamo passata a chi di dovere, segnalata ai potenziali interessati. TPERè interessata a far sì che questi episodi non avvengano ed è impegnata nei controlli, nonostante il numero ridotto di controllori a disposizione.

Indigna vedere ragazzi prendersi gioco di un compagno, dipingergli i baffi sul volto, dipingergli il torace. Il ragazzo, invitato a guardare l’occhio della minitelecamera, ha un sorriso tirato… sembra rassegnato …, non protesta. Per lui avrebbero dovuto protestare i compagni, rifiutarsi di stare ad un gioco idiota. Ma a questo punto, noi chiamiamo in causa anche i genitori.” Attenti, quello che alcuni dei vostri figli chiameranno certamente “scherzo innocuo” minimizzando la nostra indignazione, è il segno di un disagio profondo, il segno dell’incapacità di dare il giusto valore alle persone e alle azioni… un pessimo segnale certamente molto inquietante per padri e madri ed educatori.

2 Commenti

  1. I soliti idioti bulletti da prendere sicuramente a schiaffi !!!!!!

  2. è da anni che va avanti questa cosa,la chiamano “il primino”, quelli di 4 o 5 superiore fanno scherzi a quelli di prima…ai tempi avevano “ordinato” anche a me di andare da quelli più grandi poi mi avrebbero detto cosa dovevo fare ma mi sono OPPOSTA mandandoli a quel paese…
    comunque c’è da dire che i primi a far rispettare l’ordine sugl’autobus dovrebbero essere i conducenti stessi..invece ai tempi in cui andavo a scuola io c’erano conducenti che se la ridevano e davano corda a questi bulletti del cavolo.. a dir poco uno schifo!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,583 seconds.